Ponte San Giovanni: al via il progetto di riqualificazione dell’area Lido Tevere

A Ponte San Giovanni ha preso ufficialmente il via il progetto di riqualificazione dell’area Lido Tevere. Su iniziativa delle locali associazioni ‘’Stradarte’’ e ‘’Fuori dall’ombra’’, con il sostegno della Consulta dei Rioni e delle Associazioni, di cui da poco sono entrate a far parte, il parcheggio in prossimità della nota discoteca è stato bonificato rispetto ad un’incuria che nel tempo lo aveva reso inaccessibile. ‘’Stradarte’’ e ‘’Fuori dall’ombra’’ hanno pensato di dare lustro al luogo ideando un mercatino artigianale con cadenza settimanale da tenersi ogni sabato. Il 9 maggio, con ‘lido_tevere_2’’, si è dato il via al progetto con la presenza di una ventina di stand, che hanno appunto richiamato le tematiche relative alla terra e all’artigianato. ‘’Il territorio era altamente degradato – ci tiene a precisare il presidente di ‘’Stradarte’’ Giuseppe Schippa – e la nostra associazione e ‘’Fuori dall’ombra’’ lo hanno reso di nuovo accessibile per dare una nuova possibilità ai cittadini di Ponte San Giovanni e creare un po’ di turismo. L’idea del mercatino nasce dalla volontà di offrire un’opportunità di lavoro ai piccoli artigiani del luogo e ai contadini con prodotti biologici e a chilometri zero. Speriamo che questo sia il primo di una lunga serie di sabati, perché il nostro intento è quello di rianimare il più possibile quest’area anche con eventi sociali, quali l’educazione stradale per i più giovani, mostre d’auto d’epoca e la riapertura del circolo canottieri’’. Particolarmente interessante sotto l’aspetto sociale ed operativo è stato il contributo fornito dall’associazione Fuori dall’ombra.‘’L’intera opera per la ripulitura dell’area è stata fatta dai nostri ragazzi – ha dichiarato il presidente Massimiliano Cenedella – che provengono da un progetto che si chiama ‘’18 più un giorno’’,  volto ad accogliere quei giovani che escono dalle case famiglia e che si trovano senza più un riferimento e un posto di lavoro. lido_tevere_5Parte del ricavato delle bancarelle sarà dato ai ragazzi per ricompensarli dell’opera svolta. Speriamo che in quest’area col tempo possano crearsi occasioni di lavoro anche per loro’’. Soddisfazione per l’iniziativa è stata espressa anche dal presidente della Consulta delle Associazioni e dei Rioni Gianfranco Mincigrucci: ‘’E’ una proposta che ci è giunta una settimana fa e abbiamo deciso subito di sposarla, perché crediamo che Ponte San Giovanni abbia bisogno di nuovi punti di aggregazione. Il mercato sarà un’occasione per dare vita ad una superficie che era lasciata alla natura e all’incuria’’. Alla giornata inaugurale ha preso parte anche il presidente della A.S.D. Pontevecchio Gianni Monsignori, società sportiva che detiene la proprietà dell’area, alcune autorità locali e il parroco di Ponte San Giovanni Don Gianluca.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*