PERUGIA, UN PESCE, DEI MATTONI E TANTI BAMBINI. QUESTA E’ L’UMBRIA “CONTRO CORRENTE”

L'Opera "Contro Corrente" Di Potsy
L'Opera "Contro Corrente" Di Potsy
L’Opera “Contro Corrente” Di Potsy

(umbriajournal.com) PERUGIA – Un pesce che nuota “Contro Corrente” sulla riva del Tevere (interamente realizzato in mattoni) è questa la nuova opera dell’eclettico artista umbertidese  Pierluigi Monsignori in arte Potsy, che si è trasformata in un progetto artistico-culturale promosso dalla Fondazione Umbra per l’Architettura (FUA) e presentato questa mattina in conferenza stampa. A parlare del progetto, presso la Scuola Primaria “A. Fabretti” di Perugia, oltre all’artista Potsy anche Paolo Vinti, Presidente della FUA; Paolo Raspa, Vicepresidente FUA e Nicola Mariuccini, Consigliere Comunale del Comune di Perugia.  Un pesce che rappresenta la “famiglia” ed un auspicabile ritorno a valori concreti, ma che al tempo stesso trasmette altri due importanti valori come quello dell’”arte” e della “ricerca”. Questo quanto emerso oggi durante la presentazione.

 

Una creazione originale e stravagante che si è trasformata in un progetto didattico culturale rivolto alle scuole, promosso dalla Fondazione Umbra per l’Architettura (FUA) con la collaborazione di Sistema Museo, Circo Instabile e l’associazione “Voci e Progetti”.  Il primo laboratorio didattico è stato avviato questa mattina nella Scuola Primaria “A. Fabretti”, dove i bambini della Classe II A hanno iniziato a dipingere i mattoni colorati con l’aiuto degli architetti FUA e dell’artista Potsy che ha spiegato loro il significato del pesce e la tecnica di realizzazione. Grande entusiasmo tra i presenti che hanno partecipato attivamente alla lezione, impegnandosi nella realizzazione della scultura. L’opera iniziata questa mattina dai ragazzi verrà esposta sabato 21 settembre 2013 ore 16.30, durante la performance artistica di Pierluigi Monsignori Potsy, in Piazza IV Novembre a Perugia. I mattoni dipinti dai bambini, infatti, si andranno a sostituire ai mattoni originali della scultura “Contro Corrente”, tra artisti di strada, attori e tanto divertimento.  Il progetto proseguirà poi nelle prossime settimane in altre città. Un team di architetti volontari affiancherà, infatti, Pierluigi Monsignori nel suo tour itinerante tra le più belle città umbre, dove grazie anche al patrocinio della Fondazione “Perugia 2019 con i luoghi di Francesco d’Assisi e dell’Umbria”, del Comune di Perugia, Spoleto, Città di Castello e Foligno, l’opera verrà fatta conoscere all’interno delle scuole, dove i ragazzi avranno la possibilità di ricreare loro stessi un pesce di mattoni colorati. I laboratori si concluderanno poi al centro della Piazza principale di ogni Comune coinvolto, dove lo stesso Potsy realizzerà la sua performance artistica, installando l’opera originale. I prossimi Comuni che ospiteranno “Contro Corrente” saranno: Spoleto venerdì 27 settembre 2013 in Piazza del Duomo; Città di Castello sabato 26 ottobre in Piazza Gioberti, a seguire Foligno e le altre.  Il progetto “Contro Corrente” vede la partecipazione anche di tanti altri soggetti: Valley Life –Rivista Paneuropea; Associazione Culturale No Fixa; Impresa edile MR Edilizia S.r.l.; Liberodiscrivere Edizioni; Tuttoggi.info; Spring Color; Easyfilter; AB Company; La Veneranda; Dee Creative – Eventi e Comunicazione; Città della Domenica; Bazzica Group; Fornaci Briziarelli di Marsciano.  

L’opera “Contro Corrente”  – Inizialmente installata sulla riva del fiume Tevere per poi essere spostata all’interno del Museo di Santa Croce di Umbertide, esposta nel Museo di Montone in occasione della Santa Spina, in pochi mesi ha riscosso un grande successo di pubblico e critica, tanto da diventare anche un libro (in allegato scheda del libro), edito da Liberodiscrivere (www.Liberodiscrivere.it), presentato lo scorso giungo durante il Festival Internazionale di Poesia di Genova che ha anche ospitato l’opera “Contro Corrente” all’interno di Palazzo Ducale. L’istallazione “Contro Corrente”, rappresenta un pesce sulla riva del Tevere che nuota contro corrente. L’opera interamente realizzata in mattoni, rappresenta la famiglia ed un auspicabile ritorno a valori concreti. “Il mattone – afferma Potsy – vuole rappresentare il senso di casa, di unità famigliare, indipendentemente dal sesso. Il pesce che ci riporta alle origini cristiane (ΙΧΘΥΣ = pesce e acronimo di Cristo) rappresenta il vero ed autentico senso dell’amore che Dio ci ha donato, senza barriere ed inutili stereotipi, che nel corso dei secoli ne hanno mutilato il principio”. In corso d’opera l’installazione è stata arricchita dai simboli “ΙΧΘΥΣ” all’interno del Pesce, proposti dall’artista Ofman (Fabio Mancini). “Con la crisi economico sociale che stiamo vivendo – prosegue Pierluigi Monsignori – avere delle certezze, ha un valore inestimabile e quel pesce rappresenta la nostra fede in questo. Nuota incessantemente contro corrente, quella corrente che ci ha portato ad amare gli oggetti ed usare le persone. Il materiale utilizzato per la realizzazione dell’opera è un mattone “Colorbricks”. Perché utilizzare dei mattoni per un opera d’arte? “L’utilizzo di questo tipo di materiale nasce dall’idea di separare e non dividere – afferma Potsy – gli spazi vitali all’interno delle nostre abitazioni, mattoni d’arte che arricchiscono di luce le nostre abitazioni. Credo sia nostro dovere recuperare e sostenere le nostre eccellenze, mai svenderle ai mercati esteri, dobbiamo valorizzare il nostro territorio. Ci sono nazioni che valorizzano una colata di cemento armato fine anni ’70, è mai possibile che noi siamo in crisi. Non lo accetto e quindi ho deciso di mettere la mia creatività al fianco delle Ceramiche Artistiche Nuova CER. – sottolinea – È stato un onore per me interagire al fianco di una persona come il Cav. Primo Cerbella e la sua famiglia, che da subito mi ha accolto a braccia aperte, felici di apprezzare questa briciola di fantasia che gli ho proposto”.

L’artista Pierluigi Monsignori Potsy  – Inizia la sua attività artistica tra i banchi di scuola scrivendo poesie, prosegue come cantante blues e compone come cantautore e compone brani per se stesso e anche per diversi gruppi musicali, fotografo, propone arti grafiche, ha organizzato mostre e concerti per diversi artisti, fino ad approdare alla Land Art. Molte delle Sue opere sono state esposte in maniera temporanea e permanente in diversi Musei e Centri per l´arte contemporanea di tutto il mondo. (www.plasticfood.it)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*