PERUGIA, SPIONI E SPIATI, INTERCETTO ERGO SUM

Sandro Allegrini
Sandro Allegrini
Sandro Allegrini

Un tema sempre all’ordine del giorno: quello delle intercettazioni, autorizzate o illegali, che riempiono le pagine dei giornali e i palinsesti televisivi. Al magistrato Alberto Bellocchi il compito di delineare il quadro normativo entro cui muoversi, con episodi dei quali ha avuto modo di occuparsi nel corso della sua attività professionale. L’intervento di tre giornalisti di lungo corso consentirà di approfondire situazioni e circostanze in cui lo strumento delle intercettazioni si è rivelato importante. Responsabilità ed etica del giornalista, ma anche rispetto o violazione delle normative al centro della discussione.

 

Ma saranno oggetto di riflessione anche le modalità attraverso le quali il pubblico s’interessa di retroscena legati all’uso dell’intercettazione telefonica o ambientale. Italo Carmignani, caposervizio della redazione perugina de “Il Messaggero”, già tenne, in Sala Lippi, una interessantissima conversazione in tema, in cui condì l’esposizione con aneddoti significativi. Giuseppe Castellini, direttore de “Il giornale dell’Umbria” avrà modo di riferire situazioni riportate – da lui stesso o dai collaboratori – sulle pagine del suo quotidiano. Alvaro Fiorucci, capo della cronaca del Tg3 dell’Umbria, è competente in materia di nera e giudiziaria e non mancherà di rivelare episodi legati alla sua esperienza professionale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*