Perugia, Notte Europea dei Ricercatori: con Sharper la ricerca scende in piazza

PERUGIA – Tutto in una notte, con Perugia che si riscopre il cuore della ricerca e della divulgazione scientifica grazie ai 30 eventi distribuiti in 15 locations. Sharper, la Notte Europea dei Ricercatori, ha coinvolto grandi e piccoli della città con i suoi laboratori aperti, gli incontri, i dibattiti, le performance, i giochi, l’intrattenimento intelligente e la European Run Night, la prima gara podistica in notturna per le vie del centro storico ispirata alla ricerca e al lavoro dei ricercatori. Da corso Cavour a minimetrò, dal Cerp della Rocca Paolina a Palazzo della Penna, Sharper, con il suo cartellone ricchissimo di eventi ha permesso a cittadini e ricercatori di dialogare. Grazie a un linguaggio pop e facendo leva sulle passioni, terreno fertile dove farli incontrare per costruire insieme il futuro della città.

E ancora: il Magnifico Rettore dell’Università degli Studi Perugia, Franco Moriconi, ha voluto partecipare di persona alle attività in programma per Sharper, visitando i laboratori aperti per la serata. Il rettore ha potuto sperimentare il Vulcano Lab, la Camera pulita, le Immagini dai Nanomondi e il Laser nel cuore della materia del dipartimento di Fisica e Geologia. A Chimica, Biologia e Biotecnologia, invece, Moriconi ha preso parte a Chimica, Colore ed Energia e al Molab: la chimica delle opere d’arte.

La serata – Sharper è stato un viaggio nel mondo della ricerca, delle scoperte e nel lavoro dei ricercatori dell’Ateneo perugino. In campo, per l’edizione 2014, qualcosa come 60 ricercatori. Al Centro Servizi Alessi di via Mazzini si sono alternati matematici, chimici, giuristi, medici e biologici. Dalle 17 alle 24 l’ex Sala Borsa Merci ha ospitato incontri, dibattiti e conferenze, tutte trasmesse in diretta streaming audio e video dal media universitario perugino Radiophonica. La cifra degli incontri è stata quella di un linguaggio pop, capace di superare tecnicismi e complessità, per coinvolgere il pubblico nella costruzione del futuro della città. Un futuro basato sulla forza della ricerca e sui suoi risultati. Partenza alle 17.30 con Think Green, “la chimica degli esseri viventi come ispirazione per una nuova chimica verde”. Alle 19 Medicine for dummies, “il mondo della medicina raccontato da chi lo vive quotidianamente”. Alle 21 spazio a “Unexpected connections”, “la genetica esplorata da un medico e un giurista”. Alle 22.30 conclusione con Muri e teoremi, “quando la matematica aiuta la conservazione del patrimonio storico-culturale”. In corso Cavour, invece, spazio allo Speaker’s corner, dove i ricercatori dell’Università degli Studi di Perugia hanno spiegato in strada, in soli tre minuti, il succo del loro lavoro e le loro scoperte. Sempre in corso Cavour, alle 22.30, i ricercatori si sono trasformati in artisti, cimentandosi con le tecniche di improvvisazione teatrale per raccontare la propria ricerca.

 

E ancora: a Palazzo della Penna l’incontro con i Soliti Ricercatori Ignoti, il confronto all’americana dove il pubblico è stato chiamato a riconoscere le identità dei protagonisti, attraverso domande e indizi. Subito prima, alle 17.30, riflettori puntati sul Latino ai tempi di internet: due letterate hanno illustrato la sfida di portare nel terzo millennio i testi antichi. Subito dopo, invece, appuntamento al ristorante Nanà per A cena con i ricercatori, la cena scientifica che ha permesso di attraversare e scoprire le strade della sostenibilità ambientale e della salvaguardia della biodiversità. Infine, dalle 21.30 alle 23.30, all’osservatorio astronomico di via Bonfigli, è andata in scena ad Astronomia a Perugia a 450 anni dalla nascita di Galileo, le osservazioni della Luna, dei pianeti e delle stelle dalla stazione astronomica del dipartimento di Fisica. Un panorama ampio e variegato, per abbracciare tutte le sfaccettature e i temi, con i ricercatori che sono scesi in piazza per dialogare con i cittadini.

Foto di Marco Giugliarelli

Lorenzo Federici

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*