Perugia aderisce alla rete delle città della cultura

Capitale europea dei giovani per il 2018, Perugia non ce l’ha fatta

Perugia aderisce alla rete delle città della cultura

Il Comune di Perugia aderisce formalmente alla Rete delle città della cultura. Lo ha deciso oggi la giunta, approvando la delibera presentata dall’assessore Teresa Severini. L’idea di costituire una rete è partita gli scorsi 8 e 9 novembre, quando si è svolto a Lucca l’incontro internazionale “Lubec 2015” (Lucca beni culturali), dedicato allo sviluppo ed alla conoscenza della filiera beni culturali – tecnologie-turismo. Nel corso del convegno, infatti, è emersa l’esigenza di attivare un circuito permanente tra le città che considerano strategico l’investimento in cultura, onde costituire un sistema permanente di confronto e scambio reciproco e diffondere linee guida e buone pratiche utili alle città per attuare processi di gestione integrata e innovativa della cultura.

Obiettivi della rete sono:

1)promuovere la programmazione culturale quale strumento di governo del territorio nella cultura;

2) valorizzare in modo integrato il patrimonio storico culturale delle città aderenti attraverso lo scambio di buone pratiche ed una collaborazione costante su tutte le tematiche inerenti la cultura, i beni culturali ed il turismo;

3) promuovere rapporti interistituzionali ed il consolidamento delle relazioni tra le città della cultura che adottano soluzioni innovative di programmazione; 4) consentire la messa a sistema del ricco patrimonio storico-culturale, pubblico e privato, presente sul territorio delle città, da inserire, in prospettiva, nel quadro della costruzione di partenariati nazionali ed europei. La partecipazione alla rete è gratuita ed, grazie alla collaborazione con il ministero (Mibact) consentirà altresì di non disperdere il lavoro di analisi e programmazione dei dossier progettati dalle città candidate a Capitale della cultura.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*