Rione Porta Sant’Angelo, Perugia 1416, dimissioni di Francesco Tei e Consiglio direttivo

pubblichiamo integrale la lettera di dimissioni del Console del Magnifico Rione di Porta Sant'Angelo

Rione Porta Sant'Angelo, dimissioni di Francesco Tei e Consiglio direttivo

Rione Porta Sant’Angelo, Perugia 1416, dimissioni di Francesco Tei e Consiglio direttivo

Dopo le dimissioni del Console Francesco Tei e di tutto il consiglio direttivo del Magnifico Rione Porta Sant’Angelo, il prossimo 25 febbraio si riuniranno per eleggere i nuovi undici componenti del consiglio dei Savi che, a loro volta, dovranno successivamente definire le varie cariche. In allegato la lettera di dimissioni del presidente uscente che arrivano ad un anno di distanza dalla costituzione del rione in veste di associazione (dicembre 2016).

Già lo scorso mese si era dimesso anche l’alfiere Luigi Ciurnella, figura che con grande passione aveva seguito la squadra degli atleti, divenuta la più forte fra le cinque esistenti.

Motivo per cui, insieme all’importazione manageriale data dall’esperienza del console Tei (responsabile di Banca Mediolanum Perugia), Porta Sant’Angelo è stato finora il rione più temuto. Inoltre, Francesco Tei per le sue qualità manageriali e di mediazione era stato nominato cancelliere presso il consiglio dei Maggiorenti, organo costituito da tutti i consoli dei cinque rioni, con il compito di propositività nei confronti dell’associazione Perugia 1416

Lettera dimissioni FRANCESO TEI , console Magnifico Rione Porta Sant Angelo

“Carissimi Rionali, tutti,

con questa mia comunicazione rassegno le mie dimissioni dalla carica di Console del Magnifico Rione di Porta Sant’Angelo, forte della consapevolezza di avere lavorato tanto in quest‘anno, spendendomi con tutte le mie energie. la mia professionalità e le mie competenze, nel rispetto del giuramento che ho reso dinanzi a tutti voi.

Ho avuto un’occasione unica vivendo un’esperienza Indimenticabile.

Ora faccio un passo indielro, perché gli obiettivi del gruppo vengono prima delle posizioni dei singoli.

Convinto più che mai che amministrare é prima di tutto un onere s poi un onore, mi sono reso conto negli ultimi mesi che la squadra che indirizzava le attività del Rione non aveva più la possibilità di trainare con forza, idee ed entusiasmo quel magnifico gruppo di persone che si sono raccolte intorno a questa associazione.

Troppi  i componenti del Consiglio dei Savi che avevano impegni  professionali e personali tali da rendere la loro azione debole e non sufficientemente focalizzata sulle azioni di propria competenza, che troppo spesso generava ritardi, imprecisioni,  distorsioni delle stesse decisioni che il Consiglio tutto , prendeva all’unanmità.

L’impegno del Consiglio merita il mio plauso per le attività che è riuscito a fare in quest’annata, come ogni suo singolo componente merita la mia ammirazione, per aver compreso a fondo il  senso e le motivazioni delle mie dimissioni, a cui hanno voluto unire anche le loro, come presa d’atto delle difficoltà che si stavano riscontrando dal punto di vista operativo per le motivazioni sopra esposte.

Torneremo quindi presto a nuove elezioni che ridaranno un coordinamento alle attività del Rione a cui grazie al nostro lavoro lasciamo un futuro sereno per la manifestazione, che più volte è stata  messa in pericolo da pressioni e incomprensioni, che per mio tramite nel Consiglio dei Maggiorenti. siamo riusciti ad alleggerire e distendere, un afflato motto più Forte con gli altri Rioni, una ottima base di Soci, una situazione economica solida e prospera e sopratutto tutto l’amore di cui siamo stati capaci nel fare ogni singola azione e attività  che ci ha visti impegnati personalmente in questo anno.

II nostro ultimo atto é stata l’individuazione della tanto voluta Taverna che vedrete sarà bellissima e fortemente rappresentativa del e per il Rione. Anche per questo ho voluto un rinnovamento, consapevole che I‘acquisizione e la gestione di una componente cosi imporrante per la nostra Associazione, é un impegno oneroso per il quale é necessaria una collaborazione armonica e disciplinata in particolare nel Consiglio dei Savi prima, ma in tutto il Rione poi.

Net frattempo la struttura operativa che abbiamo crealo rimarrà attiva per predisporre il necessario in vista del Palio   2018.

Mi preme ringraziare chi in questo anno, con la fiducia che mi ha dimostrato, ha avuto con me un confronto basato sulla fealtà e la trasparenza necessarie a garantire una piena collaborazione.

Grazie per avermi dato la possibilità di rendere il mio servizio alla causa comune del RIONE di Porta Sant’Angelo.

Ringrazio i miei compagni di avventura negli altri Rioni: con ognuno di loro, pur in feroci discussioni, pur nel disaccordo manifestato in tame occasioni ho acquisito e consolidato rapporti con persone vere e la convinzione di quanto sia importante il lavoro di squadra frutto di riunioni, incontri, telefonate e di tanto tanto tempo impiegato per la discussione e la mediazione.

Auguro  al  prossimo Consiglio, di  poter  agire con  ancora  maggior  efficacia nel suo mandato facendo scelte coraggiose e portandole avanti con impegno e dedizione ma anche con estrema chiarezza.

Per questo chiedo a chi di voi vorrà candidarsi a service il Rione all’interno del suo organo direttivo di dare la propria disponibilità non solo a livello individuale ma all’interno di una squadra. che vi invito a pensare già da adesso e soprattutto con il SOLO scopo di dare, non dando spazio ad ambizioni o stupide vanità personali come invece purtroppo spesso accade…perché il Nostro Rione deve avere basi solide per poter crescere con sempre maggior Forza e Vigore.

La mia disponibilità, l’esperienza maturata negli anni nel  mio lavoro restano con voi, così come quella per ogni singolo componente del Rione, qualora ne aveste bisogno che sia a livello associativo o personale potete contare su di me.

I  ruoli  cambiano  ma le persone  e  quello  che  rappresentano  restano il  bene  piu prezioso  che abbiamo con noi sulla strada senza  meta della vita!”

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*