Opera Prima mostra diffusa nel circuito terre e musei dell’umbria

esposte, dal 18 giugno al 6 novembre, dodici installazioni artistiche pensate e realizzate per i musei

Opera Prima mostra diffusa nel circuito terre e musei dell’umbria

Opera Prima mostra diffusa nel circuito terre e musei dell’umbria

Sarà presentato domani, mercoledì 15 giugno, con una conferenza stampa che si terrà alle ore 11, alla Biblioteca dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” a Perugia, il progetto di mostra diffusa “Opera Prima” e che vedrà esposte, dal 18 giugno al 6 novembre, dodici installazioni artistiche pensate e realizzate per i musei di Amelia, Bettona, Bevagna, Cannara, Cascia, Deruta, Marsciano, Montefalco, Montone, Spello, Trevi e Umbertide. Il progetto è nato dalla collaborazione tra Sistema Museo e l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” nell’ambito delle iniziative di valorizzazione dei musei del circuito “Terre & Musei dell’Umbria”. Sostenuto dalla Regione Umbria, beneficia del contributo del Conservatorio di Musica di Perugia “Francesco Morlacchi” e dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giulio Briccialdi” di Terni.

Alla presentazione interverranno Fernanda Cecchini, assessore alla Cultura della Regione Umbria; Andrea Romizi, sindaco di Perugia; Moreno Landrini, sindaco di Spello, Comune capofila del circuito “Terre & Musei dell’Umbria”; Paolo Belardi, direttore dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia; Piero Caraba, direttore del Conservatorio di Musica “Francesco Morlacchi” di Perugia; Gabriele Catalucci, direttore dell’Istituto Superiore di Studi Musicali “Giulio Briccialdi” di Terni. La cura generale del progetto di mostra è di Gianluca Bellucci, Sistema Museo, e Lucilla Ragni, docente di Pittura dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci”. Saranno presenti i curatori delle varie esposizioni e dei concerti in programma.

Sistema Museale dell’Umbria
La politica che caratterizza l’azione regionale in campo museale ha sempre promosso l’organizzazione in rete dei musei locali, per incardinare su di essi un’attività di conservazione e di valorizzazione sociale ed economica rivolta alla globalità del patrimonio culturale.Oggi il Sistema Museale dell’Umbria è una realtà riconosciuta in campo nazionale come primo e riuscito esempio di applicazione su larga scala di servizi, provvedimenti amministrativi, soluzioni organizzative, indirizzi culturali, contenuti scientifici e supporti tecnici atti ad ottimizzare i risultati gestionali dei musei. La rete è aperta a tutti i musei, le raccolte e i siti di ente locale o di interesse locale, di proprietà pubblica, privata e ecclesiastica.

I musei del Sistema museale dell’Umbria hanno un bacino di utenza di circa un milione di visitatori l’anno, svolgono attività didattica rivolta alle scuole e a pubblici diversi, contribuiscono alla promozione integrata del territorio regionale attraverso la partecipazione alle diverse manifestazioni turistiche e sono sempre più coinvolti nella salvaguardia e nella valorizzazione del patrimonio culturale diffuso.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*