Vinicio Capossela ai Giardini del Frontone di Perugia con “Polvere”

un grande evento dedicato a Sergio Piazzoli grazie alla Fondazione SergioPerLaMusica

Vinicio Capossela ai Giardini del Frontone di Perugia con "Polvere"
vinicio capossela

Vinicio Capossela ai Giardini del Frontone di Perugia con “Polvere”  Si è tenuta stamani a Perugia, presso la terrazza di Umbrò, la conferenza stampa di presentazione del concerto di Vinicio Capossela che farà tappa ai Giardini del Frontone martedì 30 agosto per una data del suo tour estivo ‘Polvere’. “Torniamo a Perugia con un grande evento, dopo aver portato le nostre iniziative in altri luoghi dell’Umbria”, ha affermato Virgilio Ambroglini, presidente della Fondazione SergioPerLaMusica.

Una festa per la città e la regione, resa possibile grazie alle sinergie di tre soggetti locali che hanno creato una collaborazione ad hoc per l’evento: oltre alla Fondazione, anche The Brainstorm Agency e Arci Perugia. “Anche se qualche giorno dopo, per Perugia sarà il nostro concerto di San Lorenzo – ha affermato Ambroglini – e lo facciamo nel giardino della musica per eccellenza della città. Un grazie di cuore va a Capossela socio fondatore della Fondazione che ha voluto dedicare a Sergio Piazzoli anche questo evento”. “È stata infatti un’espressa volontà di Capossela portare il suo tour anche nella nostra regione e quindi ci siamo messi in moto per creare tutte le condizioni”, ha detto la direttrice artistica della Fondazione Patrizia Marcagnani.

Secondo quando ricordato da Ambroglini, oltre allo storico rapporto con l’Arci Perugia per questo concerto viene avviata anche una nuova collaborazione, “sempre nell’ottica della condivisione”, con la The Brainstorm Agency. “Con loro inizieremo un ragionamento anche per capire come poter affrontare la sempre più evidente ‘invasione barbarica’ in Umbria di realtà esterne, quando ci sono in casa molte capacità e professionalità da sfruttare”, ha aggiunto Ambroglini.

Dello stesso avviso anche Edoardo Guarducci della The Brainstorm Agency, che a nome anche degli altri 4 soci si è detto “  felice di poter lavorare ad un concerto di questa portata e di tornare in un posto, quello dei Giardini del Frontone, a cui siamo particolarmente affezionati dopo aver contribuito alla realizzazione dell’Umbria che Spacca con il Roghers Staff ”.

Alla conferenza è intervenuto anche l’assessore comunale Michele Fioroni il quale ha espresso l’intenzione “di ripensare ai giardini del Frontone come arena della musica” perché “ci piace l’idea di caratterizzare Perugia sempre più come città della musica”.

“I sogni della Fondazione li abbiamo realizzati in buona parte – ha concluso Ambroglini – come gli eventi all’Isola Maggiore e la riapertura del dibattito sul Turreno che ha portato a nuove prospettive. Ora si potrebbe affrontare, dopo quello sul Frontone, anche un ragionamento per poter utilizzare la struttura del Santa Giuliana prima e dopo Umbria Jazz per eventi pop”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*