Umbria Jazz, dj Ralf conquista Perugia

ralfdi Luana Pioppi

(umbriajournal.com) PERUGIA – Sono state oltre 10mila le persone che ieri sera sono accorse nel centro storico di Perugia per sentire la musica mixata da Antonio Ferrari, in arte dj Ralf. La macchina organizzativa di Umbria Jazz lo ha voluto riproporre la sua performance dopo il successo ottenuto lo scorso anno. Una decisione giusta, confermata dall’alto numero di presenze. Forse qualcuna in meno del 2012 ma non lo si è notato più di tanto. E poco importa se dj Ralf c’entri o meno con Umbria Jazz. L’importante è che ha fatto di nuovo centro: giovanissimi e non si sono ritrovati per ascoltare la musica house che da anni mixa in Italia ed all’estero facendo di lui uno dei disc jockey più noti del territorio. Tutti per ascoltare il suo modo di fare musica. Il dj originario di Bastia Umbra, infatti, attinge a tutto il repertorio della “house music” – prediligendo il filone un po’ più underground – contaminandolo con brani noti di gruppi come Depeche Mode e Pink Floyd.

Dj Ralf ha cominciato a suonare intorno alle 23,45 rendendo omaggio, citando alcune parole di Paul Beathense, alla figura di Paolo Vinti. Subito dopo è partita la musica fino alle 3,40 della mattina. Per l’occasione piazza IV Novembre – e non solo – era assediata da persone. Presenti anche numerose forze dell’ordine, impegnate a garantire che tutto andasse al meglio. Qualche multa e rissa di troppo ma tutto si è concluso nel migliore dei modi. Ralf ha fatto la sua parte e la città di Perugia lo stesso. Stesso dicasi per gli amanti del vero jazz che hanno preferito dirigersi ai Giardini Carducci per sentire la musica di Tuck & Patti e dei Rockin’ Dopsie & The Zydeco Twisters. Insomma ieri sera si è rivista la Perugia di un tempo che, ormai, solo iniziative come Umbria Jazz sa ancora riempire e far vivere.

Foto tratta dalla pagina Facebook di Umbria Jazz

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*