Umbria Jazz 2013: a Danilo Rea il Premio ambasciatori dell’Umbria Nel Mondo

danilo-rea-dsc_1912

(umbriajazz.com) perugia – La Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia conferma anche quest’anno la sua partecipazione e il suo sostegno ad Umbria Jazz. Una collaborazione naturale tra due realtà che pur nascendo e avendo il loro centro vitale nel territorio hanno assunto negli anni una rilevanza ed un prestigio che travalica i confini regionali. Nell’ambito di questo impegno la Fondazione ogni anno consegna un premio a musicisti che hanno portato e tenuto alto il nome dell’Italia e dell’Umbria nel mondo, facendosi ambasciatori di un modo di essere e vivere la cultura che è nel dna del nostro paese. Negli anni passati sono stati premiati grandi nomi del panorama musicale che hanno fatto, e stanno facendo, la storia e la fortuna di Umbria Jazz: Enrico Rava, Renato Sellani, Giovanni Tommaso, Stefano Bollani, Francesco Cafiso, Roberta Gambarini, Franco D’Andrea, I Solisti di Perugia.

Quest’anno la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia premia:

DANILO REA

Pianista di punta del jazz europeo, con una formazione classica alle spalle, diplomato a Santa Cecilia, Danilo Rea è oggi uno dei musicisti jazz più noti e stimati dal pubblico e dagli addetti ai lavori.

Spesso protagonista a Umbria Jazz e con Umbria Jazz come rappresentante del jazz “made in Italy” all’estero, si è affermato sulla scena musicale internazionale con un suo stile personale, sviluppato attraverso scelte musicali a volte audaci, ma sempre originali e innovative. Il suo repertorio non conosce limiti di categoria o genere: dai Beatles alle arie d’opera, dagli standard jazz alle canzoni dei nostri cantautori, la musica di Danilo Rea sperimenta un equilibrio perfetto tra lirismo melodico e improvvisazione jazz, creando un linguaggio musicale maturo e al contempo moderno.

Il premio sarà consegnato lunedì 8 luglio alle ore 17 al Teatro Morlacchi in occasione del concerto tributo ad Armando Trovajoli con Renato Sellani.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*