Trasimeno Blues, Vieux Farka Tourè a San Feliciano

DSC_0599-8(umbriajournal.com) SAN FELICIANO – Inizia il week-end conclusivo del festival che questa sera (26 luglio) fa tappa a Passignano per poi approdare sabato e domenica a Città della Pieve

Complice il caldo africano, Trasimeno Blues ha regalato al pubblico di San Feliciano una notte magica grazie alle sonorità evocative del Blues del deserto. Il festival registra un altro straordinario successo grazie al concerto, in esclusiva italiana, del più autorevole rappresentante del Desert Blues, il maliano Vieux Farka Tourè. Nella meravigliosa cornice offerta dal lungolago di San Feliciano è andato in scena uno spettacolo di grande suggestione accolto con entusiasmo e calore dal numeroso pubblico che ha partecipato all’evento clou di questa edizione.
Primogenito del “leone del deserto” Ali Farka Touré, Vieux Farka Touré è un artista maturo e affermato della scena musicale maliana, con alle spalle registrazioni di successo e lunghe tournée internazionali; soprannominato il “Jimi Hendrix dell’Africa” per le sue straordinarie doti chitarristiche. Il rispetto per la tradizione Songhai, il gruppo etnico di cui fa parte, e per l’eredità paterna, che si spinse sulle tracce del Blues del profondo sud degli States, è bilanciato dalla ricerca di nuove sonorità che si riflettono soprattutto negli arrangiamenti dei suoi brani e per l’introduzione di strumenti occidentali con cui vengono prodotte assonanze con il Rock, il Funk e il Reggae. L’esotico chitarrista annovera nella sua discografia quattro full lenght, vari live e presenze in compilations, tra cui il recentissimo album “Mon Pays” (2013), concepito come omaggio alla sua terra e pianificato prima dell’inizio delle invasioni che la tormentano. Prevalentemente acustico, è il disco più maturo e affascinante di Vieux, che si conferma uno degli artisti più interessanti di questa generazione maliana.
Trasimeno Blues omaggia l’Africa, e in particolare il Mali, proprio nel momento in cui il millenario patrimonio musicale della cultura maliana ha rischiato di essere annoverato tra le vittime dell’occupazione integralista, alla ribalta nelle odierne cronache internazionali. Proprio nel giorno in cui sono state indette nuove elezioni in Mali, il prossimo 28 luglio, Trasimeno Blues ospiterà alle ore 17.00, al Palazzo della Corgna di Città della Pieve, la conferenza “Conflitto in Mali. La musica quale forza di pace”.
Battute finali per la diciottesima edizione di Trasimeno Blues con un week-end conclusivo ricco di appuntamenti a cominciare da oggi, venerdì 26 luglio a Passignano sul Trasimeno, e per proseguire sabato e domenica a Città della Pieve per un finale travolgente.

[wzslider autoplay=”true” info=”true” lightbox=”true”]
Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*