Trasimeno Blues, grande festa a ritmo di afrobeat chiude a Città della Pieve un’edizione indimenticabile

Ebo_Taylor_01(umbriajournal.com) CITTA DELLA PIEVE – Ottimo il bilancio DEL FESTIVAL con un afflusso complessivo di circa 60.000 PERSONE. ALTO GRADIMENTO PER LA SEZIONE DEDICATA ALL’AFRICA E AL DESERT BLUES

Una domenica densa di appuntamenti con la conferenza sul Mali, le mostre a Palazzo della Corgna, le incursioni sonore della P-Funking Band, il concerto pomeridiano di Francesca De Fazi & The Gypsy Blues Band e il gran finale con la super band di Ebo Taylor

Sulle note trascinanti dell’Afrobeat si è chiusa domenica a Città della Pieve un’edizione indimenticabile di Trasimeno Blues, coronata da grandi emozioni, successi artistici, coinvolgenti atmosfere di festa e un pubblico in constante crescita.
A chiudere la kermesse con una grande festa collettiva è stato il concerto, in esclusiva italiana, del chitarrista, compositore, arrangiatore e produttore ghanese Ebo Taylor, una delle figure centrali nella musica africana delle ultime sei decadi, autorevole esponente dell’Afrobeat, genere che si è sviluppato in Africa negli anni ’70 e che ha fatto appassionare e ballare il mondo intero. Chiusura in grande stile con una super jam session finale che ha visto insieme sullo stesso palco Ebo Taylor e la formazione umbra della P-Funking Band, per una performance travolgente che ha scritto una delle pagine più belle della storia di Trasimeno Blues. Ebo Taylor, insieme agli Afrobeat Academy, ha presentato ieri l’ultimo album “Appia Kwa Bridge”; una musica permeata dalla peculiare combinazione sonora di tradizioni ghanesi, Afrobeat, Jazz e Soul-Funk in cui è evidente l’influenza di Fela Kuti, artista con cui Ebo Taylor collaborò a lungo negli anni ’60 e ’70.
Numerosi gli appuntamenti di domenica a Città della Pieve con la conferenza sul Mali, le travolgenti incursioni sonore della scatenata P-Funking Band per le strade del centro storico ed il concerto pomeridiano in Piazza Plebiscito di Francesca De Fazi & The Gypsy Blues band.
Ottimo il bilancio dell’edizione 2013 di Trasimeno Blues che, nell’anno della maturità, ancora una volta vince la sfida lanciata diciotto anni fa e si conferma un festival di forte appeal presso un pubblico vasto ed eterogeneo. Un afflusso complessivo di circa 60.000 spettatori dimostra l’alto gradimento per un cartellone artistico che ha ospitato 130 artisti e 27 concerti tutti nel segno della qualità con una proposta ricca di generi e sfaccettature tra il Blues e le sue contaminazioni. Molto apprezzata la sezione dedicata all’Africa che registra una grande partecipazione di pubblico sia ai concerti che alle iniziative collaterali.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*