Sagra umbra celebra centesimo anniversario della nascita di Britten, domani in scena Curlew River

sagra(umbriajouranò)La Sagra musicale umbra celebra il centesimo anniversario della nascita di Benjamin Britten mettendo in scena domani un suo lavoro, Curlew River, di cui fu la stessa Sagra, nel 1965, a presentare la prima esecuzione italiana. La “parabola da chiesa” sarà ambientata nel suggestivo scenario dell’antichissima chiesa dei Templari, San Bevignate, alla periferia di Perugia. Jonathan Webb dirigerà il Coro La stagione armonica e l’Orchestra da camera di Perugia, con quattro voci soliste. Lo spettacolo è allestito in collaborazione con il Teatro stabile dell’ Umbria per la regia di Andrea De Rose. Curlew River è la prima delle tre parabole da chiesa di Britten, ed è la sola a non basarsi su un argomento biblico. L’ispirazione venne al grande compositore inglese durante un viaggio in Giappone, nel 1956, assistendo ad un dramma del teatro No, intitolato Sumidagawa. Il libretto fu scritto da William Plomer che trasportò la vicenda, rispettando sostanzialmente la trama ed i personaggi, nell’ Alto Medioevo inglese in un lugubre luogo immaginario dominato da un fiume paludoso. La prima esecuzione avvenne nel 1964 con il grande tenore Peter Pears che interpretava il ruolo della madre impazzita alla ricerca del sepolcro del figlio (nel teatro No tutti i ruoli, anche quelli femminili erano recitati da uomini). Curlew River è una storia morale austera, che si giova di un organico strumentale scarno per restituire una grande intensità di ispirazione e opera una sintesi molto particolare di due tradizioni lontanissime quella medievale europea ed il No-drama giapponese. Una storia ideale, secondo il direttore artistico della Sagra, Alberto Batisti, per il cartellone della manifestazione umbra che si svolge lungo il filo della “Trasfigurazione”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*