Roberto Vignoli vince il Premio Burri per giovani interpreti 2014

È Roberto Vignoli il vincitore del Premio Alberto Burri 2014 per giovani interpreti. Il sassofonista allievo di Federico Mondelci nella classe di formazione e perfezionamento musicale “Luigi Angelini” ha convinto la giuria di musicologi che si è riunita questa mattina alla Scuola ​operaia “G.O. Bufalini” di Città di Castello, eseguendo il Concerto per sassofono contralto in mi bemolle maggiore op. 109 di Aleksandr Glazunov.

Bolognese classe ’90, Roberto Vignoli ​studia sassofono al Conservatorio di Parma, sotto la guida di Massimo Ferraguti. Ha studiato inoltre con Mario Marzi, Federico Mondelci, Massimo Mazzoni, Marco Gerboni e Eugene Rousseau.

Dal 2010 è il sassofono contralto dei Soul Stirring Sound, formazione che si è esibita tra gli altri al Porretta Soul Festival. Con due componenti di questa formazione ha fondato il trio Alma Italiana, che nel 2012 si è esibito in Brasile nell’ambito del progetto Modena Terzo Mondo.

Dal 2010 è attivo in varie produzioni di musical in qualità di strumentista. Nel 2012 e nel 2013 ha suonato al Parma Jazz Frontiere con l’orchestra Ruvido Insieme diretta da Roberto Bonati. Collabora in qualità di solista con la Symphonic Wind Band del Conservatorio Arrigo Boito di Parma.

Roberto Vignoli sarà premiato domani sera alle 21 nella Chiesa di San Domenico in apertura del concerto di Federico Mondelci con i Virtuosi Italiani. A Vignoli sarà inoltre assegnata una borsa di studio per il proseguimento della sua formazione musicale e il suo nome comparirà nel cartellone della prossima edizione del Festival delle Nazioni.

Il Premio Alberto Burri è promosso dal Festival delle Nazioni in collaborazione con il Lions Club di Città di Castello.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*