Primi d'Italia

Perugia – UmbriaEnsemble “Music-Arte2013″

UMBRIA ENSEMBLE“Music-Arte 2013” è una rassegna di “Arti, Musiche, Spettacoli ed Incontri sulla Contemporaneità” che nasce all’interno del più vivace vivaio di nuovi compositori, proprio là dove la contemporaneità sperimenta con maggiore forza ed energia la creazione del proprio linguaggio artistico. Ideata e coordinata dal M° Cifariello Ciardi, Docente di Composizione al Conservatorio di Perugia, la rassegna intende presentare le nuove forme della contemporaneità attraverso le Opere – la maggior parte delle quali date qui in prima esecuzione assoluta – della nuovissima generazione di Compositori. Martedì 28 Maggio, alle ore 18.30, nell’Auditorium del Conservatorio di Perugia (l’ingresso è libero) sarà UmbriaEnsemble ad interpretare la voce della Nuova Musica, quella che segna gli indirizzi del futuro dell’Arte nel confronto con le generazioni che l’hanno preceduta. Nella formazione di quartetto con pianoforte, Umbria Ensemble (Angelo Cicillini, violino; Luca Ranieri, viola; M. Cecilia Berioli, violoncello; Michele Rossetti, pianoforte) che da sempre ha fatto dell’apertura ai nuovi linguaggi la propria cifra identificativa, eseguirà in apertura del Concerto”String Trio”, un’opera giovanile – ma già ricca di imprevedibili spunti ed innovative soluzioni formali- scritta da Lennox Berkeley, Professore di composizione alla Royal Academy of Music di Londra, scomparso sul finire dello scorso secolo.

In rigoroso ordine cronologico, ma anche lineare e sequenziale da un punto di vista stilistico e generazionale, seguiranno le musiche scritte da due Compositori già Docenti di Composizione presso il Conservatorio perugino: Fernando Sulpizi e Guido Baggiani.

 

Ultimi nella scaletta, e primi nel focus interpretativo dedicato da UmbriaEnsemble alle partiture, i giovani quanto validissimi Compositori, studenti nello stesso Conservatorio che ospiterà l’esecuzione delle loro opere in prima assoluta: A. Maione, A. Mannoni, A. Damiani, R. Adamo, G. Menganna, A. Harvey, F. Volpi. Un programma articolato, impegnativo quanto entusiasmante; un viaggio nell’universo sonoro delleradici del futuro.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*