PERUGIA, AMICI DELLA MUSICA, CONCERTO DEL QUARTETTO KELLER E LOUIS LORTIE

Louis Lortie
Louis Lortie
Louis Lortie

(umbriajournal.com) PERUGIA – Il concerto si terrà Domenica 16 febbraio 2014 alle 17.30 alla Sala dei Notari di Perugia.

Il programma della serata si aprirà con una pagina del compositore britannico Thomas Adès, il Quintetto per pianoforte e archi scritto nel 2000. Si tratta di un lavoro complesso e impegnativo ma comunque accessibile a tutti gli ascoltatori, anche quelli meno abituati a seguire la musica contemporanea. Seguirà poi il Quartetto n. 6 di Béla Bartók (che sostituisce il brano di Schubert precedentemente annunciato).

Nella seconda parte del concerto ascolteremo l’esuberante Quintetto in mi bemolle naggiore op. 44 di Robert Schumann, con una parte pianistica di grande virtuosismo. Fondato nel 1987 da quattro studenti del Conservatorio «Franz Liszt» di Budapest, il QUARTETTO KELLER ha vinto nel 1990 due dei più prestigiosi concorsi internazionali: il Concorso di Evian e il Concorso «Borciani» di Reggio Emilia.

Tre dei più famosi ed eminenti professori del Conservatorio «Liszt» sono stati e sono tuttora mentori del Quartetto: Sándor Devich, András Mihály e György Kurtág, che ha anche composto opere per lo stesso Quartetto e per András Keller. Il QUARTETTO KELLER è molto interessato alla musica del nostro tempo e ogni stagione inserisce nei programmi due o tre nuovi lavori.

Sempre alla ricerca di nuovi punti di contatto tra la musica contemporanea e il repertorio classico, il QUARTETTO KELLER e il compositore Jörg Widmann hanno avuto un’idea innovativa: Widmann ha infatti composto il suo secondo quartetto per archi, il Choral Quartet, facendo riferimento alle Sette Ultime Parole del Nostro Salvatore sulla Croce di Haydn, commissione delle Berliner Festwochen e dei Musiktage di Hitzack. Ospite dei più importanti Festival europei, il QUARTETTO KELLER ha suonato in molti paesi europei, sempre con grande successo di pubbico e critica. Nel 2004 l’etichetta EuroArts ha pubblicato un dvd con il programma «Bach/Kurtág».

La registrazione dell’integrale dei Quartetti per archi di Bartók, ha suscitato grande interesse. Dalla stretta collaborazione con la casa discografico ECM è nata l’incisione della Kunst der Fuge di Bach e di tutti i brani per quartetto d’archi composti da Kurtág. Fra le più recenti incisioni si ricorda un disco con il Quintetto per pianoforte di Schnittke (pianista Alexej Lubimov) insieme all’ultimo Quartetto per archi di Shostakovich. Il pianista franco-canadese LOUIS LORTIE è conosciuto in Europa, Asia e Stati Uniti soprattutto per la ricerca di un’originalità interpretativa, figlia di un ampio repertorio, più che per la specializzazione in un unico stile.

The Times, descrivendo il suo stile come «puro ed immaginativo», ha trovato in Louis Lortie una «combinazione di spontaneità e maturità che solo i grandi pianisti hanno». Famoso per le sue interpretazioni di Beethoven, LOUIS LORTIE ha eseguito l’integrale delle Sonate per pianoforte alla Wigmore Hall di Londra, al Ford Center di Toronto, alla Filarmonica di Berlino e alla Sala Grande del Conservatorio Verdi di Milano. Die Welt ha definito la sua esibizione di Berlino «il miglior Beethoven dai tempi di Wilhelm Kempff». Con l’Orchestra Sinfonica di Montreal ha eseguito e diretto i cinque Concerti per pianoforte di Beethoven e, recentemente, l’integrale dei Concerti di Mozart.

LOUIS LORTIE è stato acclamato in tutto il mondo per le sue interpretazioni di musiche di Ravel e Chopin. Ha eseguito l’integrale delle opere di Ravel a Londra e Montreal per la BBC e CBC e l’integrale degli Studi di Chopin, ricevendo apprezzamento unanime in tutto il mondo. Nel 2011 Louis Lortie ha reso omaggio al bicentenario della nascita di Liszt presentando il ciclo completo degli Années de pèlerinage a Weimar, Berlino, Bayreuth e nelle principali capitali e ai festival musicali più prestigiosi del mondo.

Altri impegni nella stessa stagione hanno previsto collaborazioni con la Filarmonica della Slovenia, la Sinfonica di Sydney, la Sinfonica del Quebec, le Orchestre Sinfoniche di Toronto, Philadelphia, Bournemouth e St. Louis, un tour in Italia con la Kremerata Baltica e l’esecuzione del Concerto per pianoforte n. 2 di Brahms al Festival di Bruxelles e in recital alla Carnegie Hall. LOUIS LORTIE ha collaborato con famosi direttori d’orchestra tra cui Riccardo Chailly, Lorin Maazel, Kurt Masur, Seiji Ozawa, Charles Dutoit, Kurt Sanderling, Neeme Järvi, Sir Andrew Davis, Wolfgang Sawallisch, Sir Mark Elder e Osmo Vänskä. Ha anche preso parte a numerosi progetti di musica da camera con musicisti quali Frank Peter Zimmermann, Leonidas Kavakos, Renaud e Gautier Capuçon, Jan Vogler, Augustin Dumay, il Quartetto Takács e Gidon Kremer. Louis Lortie forma un affiatato duo con la pianista canadese Hélène Mercier.

LOUIS LORTIE ha al suo attivo più di trenta registrazioni per l’etichetta Chandos, con un repertorio che spazia da Mozart fino a Stravinsky, oltre all’integrale delle Sonate di Beethoven e gli Années de pèlerinage di Liszt. La sua registrazione del Concerto per pianoforte di Lutoslawski e delle Variazioni di Paganini con Edward Gardner e la Sinfonica della BBC è stata pubblicata all’inizio del 2012. Progetti futuri includono un disco con trascrizioni di opere di Liszt. LOUIS LORTIE ha studiato a Montreal con Yvonne Hubert (studente del leggendario Alfred Cortot), a Vienna con Dieter Weber ed in seguito con Leon Fleisher. Ha debuttato con la Sinfonica di Montreal all’età di tredici anni e, tre anni dopo, la sua prima esibizione con la Sinfonica di Toronto ha portato a una storica tournée in Cina e Giappone. Nel 1984 ha vinto il Primo Premio del Concorso «Busoni» e si è contraddistinto al Concorso di Leeds.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*