Med Free Orkestra ancora al Bad King di Perugia

Dopo essersi esibita il 15 marzo durante il “GoodDeedsDay”, manifestazione internazionale di attivazione sociale patrocinata da Roma Capitale, e prima di partecipare al concerto del 1 maggio in Piazza S. Giovanni a Roma,torna di nuovo ad esibirsi dal vivo la Med Free Orkestra, l’ecclettica e multiforme orchestra che sarà protagonista di un nuovo appuntamento live. Il prossimoMercoledì 22 aprile l’orchestra si esibirà al Bad King di Perugia (via Fosso Infernaccio, 1 – ore 21:30 – Per info e prenotazioni: 075 30011 – ingresso gratuito),proponendo brani di “BackGround”, secondo lavoro pubblicato per la CNI – Compagnia Nuove Indye. Prodotto sotto la guida di Francesco Fiore con la nuova direzione artistica di Angelo Olivieri, l’album propone un repertorio vario, che spazia da ritmi funk-rock ad atmosfere folk seguendo una linea ben precisa che collega il Mediterraneo al continente africano.

La Med Free Orkestraha recentemente pubblicato il videoclip di “Bulkanian” (il nuovo singolo la cui regia è affidata a Simone Boccalatte), secondo singolo del loro nuovo progetto discografico.

FORMAZIONE Sara Jane Ceccarelli – Voce Lavinia Mancusi – Voce/Violino/Tamburello Francesco Fiore – Tromba/Tamburello Angelo Olivieri – Tromba Alessio Guzzon – Tromba IhorSvystun – Trombone IsmailaMbaye – Percussioni Africane e mediterranee Paolo Ceccarelli – Chitarra Classica/Elettrica Vincenzo Vicaro – Sax Tenore/Baritono e Clarinetto Andrea Merli – Batteria Alessandro Severa – Fisarmonica Riccardo Di Fiandra – Basso MadyaDiebate–Voce/Kora Luigi Di Chiappari – Tastiera Elettronica MED FREE ORKESTRA Cinque Paesi, tre continenti e cinque lingue diverse, la Med Free Orkestra è un ensemble caleidoscopico composto da dodici musicisti provenienti da varie aree del sud del mondo: Perù, Grecia, Ucraina, Canada e naturalmente Italia, per rappresentare una delle esperienze più interessanti e originali nell’ambito musicale nazionale e del bacino del mediterraneo.Nei suoi live propone un pop-rock-balcanico-mediterraneo-orientale dando spazio alla musica mediterranea, a quella balcanica, klezmer, africana, e più in generale alla world music.

La collaborazione attiva con artisti di fama nazionale ed internazionale provenienti anche da altre regioni del mondo (da Andrea Satta a BabaSissoko, da Paola Turci a Franky HI NGR, da Stefano Di Battista a Yannis Vassilakos, dai Nobraino a Emanuele Dabbono, da Ennio Fantastichini a Corrado Fortuna, da Claudio Fava a Andrea Rivera, da Erri De Luca a Claudio Prima-Banda Adriatica-, da Vincenzo Crivello a Gli Scontati, da Vincenzo Ostuni a Raffaele Lele Vanolli, da Paolo Briguglia a Alessandro Haber, da Claudio Santamaria a Roy Paci a Mbarka Ben Taleb) contribuisce a rafforzare questo concetto.

Dopo “Pensiero Mediterraneo”, album di debutto pubblicato agli inizi del 2013, la Med Free Orkestra dà alle stampe “Background”, il nuovo disco pubblicato il 5 giugno 2014 per la CNI – Compagnia Nuove Indye, dieci tracce che propongono nuovamente un trait d’union tra le diverse culture a noi circostanti, una matrice che parte dal funk-rock per integrarsi e fondersi con le esperienze musicali più originali ed inconsuete. L’accoglienza della stampa è più che favorevole: “In Background c’è anche una predisposizione a conglobare con intelligenza world music interpretata in modo personale” (BlowUp), “Bell’esperimento di collettivo capace di attraversare le musiche popolari del Mediterraneo” (Repubblica), “Il mélange di etnie e sonorità è servito con freschezza e convinzione” (Internazionale), “Una buona capacità di fare sintesi tra mille generi etnomusicali, con melodie e i ritmi sempre coinvolgenti e interpretazioni canore e sonore molto originali” (Rockit). Da giugno la Med Free Orkestra è in tour promozionale per presentare il nuovo lavoro discografico, con un nuovo spettacolo sempre più ricco di colore e calore, per un live travolgente e pieno di energia, ma anche di denuncia e poesia. Per info su concerti: Lara Maroni per LiveCompany , lara@livecompany.it – tel. 335/6532092

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*