Il Musical protagonista al Todi Festival

Immagine(UJ.com3.0) TODI – Silvano Spada, direttore artistico del Todi Festival lo ha annunciato alla stampa a Milano: sarà il musical protagonista del Todi Festival 2013, dal 23 agosto al 1 settembre. Federico Bellone firmerà la regia di “American Bar” della giovanissima autrice Aurora Faccini: una commedia con coreografie basata sugli anni Sessanta, dieci attori-ballerini protagonisti dello spettacolo e le canzoni di Paul Anka, Gene Pitney, Elvis Presley, Francoise Hardy e rock, cha-cha-cha, hully gully e twist. Non un revival retrò, ma una rappresentazione degli anni del boom visti da una giovane autrice e un giovane regista che trovano in quel periodo la possibilità di scoprire la gioventù dei propri genitori e nonni tracciando un trait d’union con i giovani di oggi. In quegli anni nacque la categoria dei “giovani”, fino ad allora considerati unicamente ”figli” che volevano ricalcare le orme e collocarsi disciplinatamente nel lavoro e nella vita. Jeans, capelli senza brillantina, il rifiuto della cravatta.

A cavallo della fine degli anni Cinquanta e nei primissimi Sessanta ci fu la prima generazione che non ricordava la guerra, che sapeva che non avrebbe sofferto la fame, che avrebbe studiato più dei propri genitori. Si aprivano le autostrade, nascevano le prime pizzerie come luogo di aggregazione, i juke box, le vacanze estive con gli amori in riva al mare e le prime libertà sessuali. Il regista Federico Bellone, star emergente del musical con gli spettacoli “Titanic”, “Sugar” e “A qualcuno piace caldo” è il direttore artistico dell’Accademia del Musical di Milano, fondata da Saverio Marconi. Il suo grande successo e quello della Compagnia della Rancia iniziarono proprio dal Todi Festival con “A Chorus Line”, uno spettacolo che rappresentò il trionfo del musical, fino ad allora considerato patrimonio esclusivamente anglosassone e segnò l’inizio della vitalità del musical in Italia.

www.todifestival.it

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*