Festival Federico Cesi Musica urbis, è l’ora della ‘musica antica’

rosario cicero, festival federico cesi musica urbis
Il chitarrista Rosario Cicero

(umbriajournal.com) by Avi News BEVAGNA – Dopo la settimana dedicata alla chitarra proseguono gli appuntamenti del Festival Federico Cesi Musica urbis con una serie di concerti riservati alla ‘musica antica’ e altri dedicati al ‘periodo classico’ che chiuderanno, domenica 23 agosto, il ricco cartellone dell’ottava edizione. Mercoledì 19 agosto sarà Rosario Cicero, con la chitarra barocca, ad aprire la sessione alle 21.30, nella sala dell’Editto del Palazzo Comunale di Spello con lo spettacolo dal titolo ‘Danzas de Rasgueado y Punteado’. La musica antica sarà protagonista dell’unica tappa del festival a Foligno, in programma giovedì 20, alle 21.30, nell’auditorium Santa Caterina con lo spettacolo dell’Ensemble Athenaeum dal titolo ‘Narrar con parole e musica: percorsi cinquecenteschi dal Decameron all’innamorato’ a cui sarà abbinata una degustazione a cura di Cia Umbria con il sostegno del Gal Valle umbra e Sibillini. Attesi, poi, venerdì 21, alle 21.30 al Teatro Torti di Bevagna, Emma Kirkby & London Baroque, gruppo composto da Ingrid Seifert e Hanna Medlam (entrambi violino barocco), Charles Medlam (viola da gamba) e Steven Devine (cembalo) con il loro repertorio di musica antica.

Gli ultimi due appuntamenti sono, invece, riservati al ‘periodo classico’. Sabato 22 agosto, alle 21.30 al Teatro Torti, è in programma la messa in scena de ‘La cantatina – luglio 1832’, opera buffa ispirata al cibo di Gioacchino Rossini con la Compagnia della Piuma e l’Orchestra internazionale di Roma, che vede l’adattamento e la regia di Sergio Basile e la direzione di Concetta Anastasi. Si tratta della prima riedizione moderna dell’opera rinvenuta dal maestro Miguel Martinez e rielaborata dalla stessa Concetta Anastasi. Al ‘pasticcio rossiniano’ farà seguito la cena, su prenotazione, a cura di Cia Umbria con il sostegno del Gal Valle umbra e Sibillini. Chiuderà il festival, domenica 23 agosto, alle 21, nella chiesa di Sant’Andrea a Spello, il concerto dal titolo ‘La grande bellezza’ con composizioni di Beethoven e Mozart per soli, coro e orchestra. Ad esibirsi i Cantoria Nova Romana, Novum Convivium Musicum, AdCantus Ensemble Vocale insieme all’Orchestra internazionale di Roma diretta da Antonio Pantaneschi.

Accanto ai concerti del ‘Main festival’ ci saranno anche quelli della serie Fh Giovani riservati ai giovani solisti del Summer college che andranno avanti, tra Spello e Bevagna, fino a lunedì 24 agosto.

Organizzato dall’associazione culturale musicale Fabrica Harmonica, il Festival Federico Cesi Musica urbis, è patrocinato da Senato della Repubblica, Regione Umbria, Comuni di Bevagna,  Spello e Foligno, Cia Umbria e Gal Valle Umbra e Sibillini.

Per informazioni e aggiornamenti è possibile visitare il sito www.festivalfedericocesi.com.

Cristina Biondi

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*