Domenica a Castiglione del Lago si chiude il primo fine settimana di Trasimeno Blues

Joe Chiariello(umbriajournal.com) CASTIGLIONE – Le note variopinte del Blues hanno colorato il fine settimana di Castiglione del Lago, allontanando la pioggia e regalando grandi emozioni al numeroso pubblico che non sì è fermato di fronte a qualche nuvola minacciosa. Così l’incertezza del tempo non ha fermato la grande carovana del Blues che per domenica lascia la Rocca Medievale e si trasferisce sulle sponde del lago.

Dalle ore 18.00 si terrà infatti sul lungolago di Castiglione del Lago, nell’area adiacente alla Darsena Bar Caffè, il “Darsena Vintage e Blues Buskers”, mercato del vintage musicale ed artisti di strada. Verranno esposti prodotti relativi al “vintage musicale” (dischi in vinile, strumenti musicali, abbigliamento, gadget ecc.) accompagnati dai riff dei Buskers italiani legati alla cultura Blues.

Il mercato del vintage sarà allietato dalle ore 18.00 dalle performances dell’uomo-orchestra Ami Buz. Il Sincopatic-Buz, fondatore dell’A.M.I. (Associazione Musicisti Itineranti) che difende e divulga i diritti degli artisti di strada, è uomo orchestra, clown, musico, fantasista, estroso percussionista, abile interprete, ricercatore ed estrapolatore dei suoni degli elementi F.A.T.A. (fuoco, aria, terra, acqua). Come cantante lavora sulle molteplici possibilità vocofoniche per evocare presenza ancestrali, umane ed animali. Con il suo organetto sa esprimere sentimenti tristi e festosi.

A seguire, verso le 19.00 circa sarà la volta del giovane talento Joe Chiariello e del suo mentore Rosario Tedesco. Giovanissimo bluesman, figlio d’arte e autodidatta, devoto alle ventinove storiche registrazioni di Robert Johnson, Joe Chiariello è un ragazzo prodigio che sorprende per la sua tecnica chitarristica, il peculiare fingerpicking, il canto e l’improvvisazione. Insieme all’esperto armonicista Rosario Tedesco, presenta il suo primo disco solista “Slidin’ Delta”(2012), sunto della passione maniacale per le sonorità dei padri fondatori del Blues.

Alle ore 20.00 ci si sposta all’interno della Darsena Bar Caffè dove, sul palco-terrazza, si esibiranno i Dead ShriMp, band romana che prende il nome da una canzone del leggendario bluesman Robert Johnson e s’ispira al Blues delle radici, quello più scarno, profondo e potente. Spaziando dal Delta Blues al Gospel, dal Ragtime ai canti di lavoro, con un’interpretazione strettamente personale, moderna, eppure fedele alla tradizione, presenteranno alcuni brani inediti tratti dal loro disco di esordio.

Il blues hip hop degli scarecrow protagonista sul palco principale

Alle ore 22.0 sul palco principale della Darsena Bar Caffè saliranno i francesi Scarecrow che fondono il mondo Blues e quello Hip Hop in una sintesi nella quale il groove regna sovrano. I quattro ragazzi francesi sono uniti dalla loro rappresentazione, quasi esorcizzante, dello “scarecrow” (spaventapasseri): l’improbabile quartetto segna la fine di una musica “ingrata” e la riporta indietro alla nascita dei movimenti, attribuendole il rispetto che merita. Attraverso la ricerca di un’inestimabile libertà, la band combatte il dolore dell’anima con un dobro o, semplicemente, con un vecchio vinile, scavalcando tutti i codici e le regole compositive. Slim Paul, chitarrista, cantante blues e il rapper Antibiotik confrontano generazioni mixando due linguaggi, due culture e due strumenti mai attratti prima, sulla base dell’inebriante sezione ritmica di Jamo e Le Pap. Con la sua unica e rara composizione di stile e folgoranti esibizioni, il gruppo Blues Hip Hop di Tolosa sta elettrizzando il pubblico grazie a una cospicua attività live e concentrando la propria energia nella promozione del nuovissimo album “Devil and Crossroads”.

Seguirà il Mojo Station Dj Set, una selezione a cura del giornalista e conduttore radiofonico (“Mojo Station” su Radio Popolare e “Battiti” su RAI 3) Gianluca Diana che scatenerà le danze al ritmo di Soul Delicious & Afrobeat, Funk, R’n’B, New Orleans Groove & Garage Rock.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*