Bobo Rondelli in concerto a Perugia

Una ricca stagione con proposte che puntano a soddisfare i gusti di varie generazioni di appassionati. Umbria Eventi d’Autore conferma ancora una volta la sua trasversalità. Ed ecco infatti che, dopo il grande successo dello spettacolo di Roberto Vecchioni, che ha entusiasmato un teatro Morlacchi da tutto esaurito, ora tocca ad un altro cantautore molto amato soprattutto da un pubblico più giovane.

Stiamo parlando di Bobo Rondelli – geniale e sconsiderato cantautore da molti anni ormai una voce autentica, esilarante e commovente della scena musicale italiana – che con il suo nuovo “Come i carnevali tour” si esibirà sabato 18 aprile al 100dieci di Perugia con inizio alle 22.30. Un’altra bella sorpresa quindi ha in serbo la stagione organizzata dall’Associazione Umbra della Canzone e della Musica d’Autore, ora affiancata anche dalla società Mea Srl, che per l’occasione cambia anche location scegliendo per Rondelli lo spazio giovanile del 100dieci, un locale universitario con una attivissima programmazione live.

Dopo la consacrazione mediatica con partecipazioni prestigiose a show televisivi (Gazebo – Rai Tre) e radiofonici ed aver studiato e prodotto uno spettacolo interamente dedicato a Piero Ciampi, celebrato recentemente anche da Sky Arte con un bellissimo docufilm, l’instancabile artista labronico Bobo Rondelli è tornato con il nuovo album “Come i Carnevali”, uscito il 17 marzo scorso su Picicca Dischi/The Cage.

Il disco, scritto con l’aiuto di Francesco Bianconi dei Baustelle e degli inseparabili amici/musicisti Fabio Marchiori e Simone Padovani, vede Rondelli tornare alle atmosfere sognanti del fortunatissimo “Per Amor del Cielo”, scegliendo non a caso Filippo Gatti come produttore, lo stesso del celebrato album targato 2009. Cantautore, poeta e attore diviso fra divagazioni poetiche e spunti polemici, l’artista livornese si è conquistato da tempo attenzione e tanta considerazione.

Le sue canzoni sono specchio di una cultura, quella toscana e in particolare di Livorno (città che da sempre fa da musa ispiratrice a tutta la sua carriera artistica e a cui ha dedicato una struggente e bellissima canzone), che racchiude un modo di essere, cinico e spassionato. Il cartellone di Umbria Eventi d’Autore proseguirà poi ad Assisi all’insegna sempre della grande musica e della comicità di qualità.

Per la parte musicale c’è attesa per la Premiata Forneria Marconi (28 aprile, teatro Lyrick di Assisi), con quest’ultimo concerto che sarà una delle ultime occasioni in cui sarà possibile vedere su un palco la Pfm al completo dopo la decisione di Franco Mussida (voce e chitarra) di lasciare la band. Si finirà poi con la comicità di Andrea Pucci (14 maggio, teatro Lyrick). Le prevendite di Rondelli e degli altri spettacoli sono disponibili sui circuiti Ticketone e Ticketitalia. Bobo Rondelli All’inizio della sua carriera forma gli Ottavo Padiglione (reparto di psichiatria dell’ospedale civile di Livorno).

Il risultato è il singolo intitolato “Ho picchiato la testa”, che impazza nelle radio e vende ben 30.000 copie. La vita artistica degli Ottavo Padiglione prosegue con una serie di dischi pubblicati fino al 1999-2000, quando la band si scioglie e Bobo inizia la sua carriera solista. Nel 2001 esce “Figli del nulla”, un disco che esprime tutta la personalità di Bobo, seguito un anno dopo da “Disperati intellettuali ubriaconi”, prodotto e arrangiato da Stefano Bollani. Per la critica specializzata si tratta di un autentico successo, che lo porta a vincere, nel 2002, il Premio Ciampi per il miglior arrangiamento.

Negli anni successivi si dà alle colonne sonore di film quali “Sud Side Stori” di Roberta Torre di cui è il protagonista, e “Andata e Ritorno” di Alessandro Paci. Nel 2009 viene pubblicato “Per Amor Del Cielo” prodotto da Filippo Gatti, album che contiene nove brani caratterizzati dall’intimismo di una persona che ha fatto della riflessione uno stile di vita. Risale a maggio 2009 anche il road-movie “L’uomo che aveva picchiato la testa” che il regista Paolo Virzì, anche lui di Livorno, dedica a Bobo, che ne è attore protagonista.

Dopo una lunga stagione concertistica tra teatri e piazze, nel 2010 compare nel film dello stesso Virzì “La prima cosa bella”. Nel marzo 2013 è tornato alla musica registrando “A Famous Local Singer”, album di respiro internazionale nato dall’incontro con la brass band l’Orchestrino e che contiene brani tra nuove canzoni, cover e cavalli di battaglia. Nel 2015 ha pubblicato il suo nuovo album “Come i Carnevali”.

[box type=”shadow” ]Per info: info@musicaeventiautore.com www.musicaeventiautore.com 320.9583795 Prevendite: www.ticketone.it e www.ticketitalia.com[/box]

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*