ASSISI, PREMIO DONIDA, LA GIOVANE MUSICISTA ELISA TONELLI TRA I FINALISTI

Elisa Tonelli
Elisa Tonelli
Elisa Tonelli

(umbriajournal.com) ASSISI – La musicista Elisa Tonelli di Tordandrea di Assisi approda tra i primi 14 finalisti del Premio Donida, il famoso concorso riservato a tutti i giovani compositori e cantautori italiani. Elisa aveva vinto la borsa di studio messa in palio lo scorso anno dalla Provincia di Perugia che le aveva permesso di accedere al Cet, la scuola di musica di Mogol ad Avigliano umbro.

Grazie ai risultati raggiunti era stata poi scelta tra i cinque migliori allievi della scuola per esibirsi accanto a Mario Lavezzi nella magica serata “I capolavori di Mogol” al Lyrick Theater di Santa Maria degli Angeli.

Il passo successivo è stato la selezione per il concorso Donida, dove Elisa è approdata grazie alla collaborazione con altri due allievi del Cet compositori del brano che le ha permesso di superare le selezioni. Ora l’aspetta la serata finale mercoledì 30 ottobre alle 21 presso la Sala Puccini del Conservatorio G. Verdi di Milano dove dovrà esibirsi portando sul palco il brano inedito e un brano, assegnato dalla direzione artistica, scelto dai successi del Maestro Carlo Donida.

Elisa Tonelli ha iniziato la sua carriera con lo studio del canto lirico al Conservatorio G. Briccialdi di Terni ed attualmente si sta diplomando al Triennio Jazz del G. Rossini di Pesaro dove ha studiato con il maestro Bruno Tommaso da cui è stata diretta anche nel Sacred Concert di Duke Ellington in cui ha partecipato come solista. Ha inoltre fondato l’ensemble World Music “Les Trois Comò” con cui ha inciso il disco “Storie quasi vere” per la Max Research.

“Sono particolarmente felice, emozionata e onorata di potere seguire l’ulteriore passaggio di Elisa Tonelli verso il riconoscimento che merita nel mondo artistico nazionale – ha detto l’assessore alla cultura della Provincia di Perugia, Donatella Porzi -, fra quei compositori e quei cantautori di livello nazionale che continuano a fare della migliore tradizione italiana recente un punto di partenza per l’evoluzione professionale di domani, dalla quale finirà per arricchirsi il panorama culturale del nostro Paese nel suo insieme”.

Porzi aggiunge anche: “La soddisfazione per avere tenuto a battesimo – per così dire – Elisa in campo professionale mi riporta a quel bellissimo rapporto che in Umbria cerchiamo di coltivare con le realizzazioni di Mogol: la borsa di studio che la Provincia ha messo in palio e che Elisa si è aggiudicata è stata una modesta, ma importantissima, forma di investimento per i giovani talenti umbri e, nello stesso tempo, un’adesione alle poche, efficaci regole che Mogol chiede di rispettare a chiunque con credibile ragione si avvicini al suo mondo di professionismo e di competenza unici in Italia e nel mondo”.

“Adesso, Elisa dice Porzi rivolgendosi diretta mente all’artista – , Sei un passo avanti, sei in una finale – quella del premio ‘La Compagnia’ – che ti vede su un palco di livello nazionale, a contatto con grandi musicisti e con una tradizione musicale dal fortissimo impatto emotivo: il binomio Mogol-Donida ha un riscontro emozionalmente molto forte nella coscienza degli italiani un po’ più adulti di te, ma le canzoni che sono uscite da quel binomio sono ancora merce corrente e ricca per chiunque si avvicini alla musica d’autore. Perciò, Elisa, nell’augurarti ogni bene per questo momento di snodo della tua carriera, convinta che meriti tantissimo e che avrai tantissimo, ti faccio ancora una volta sentire la mia vicinanza e ti prego di portare con te, sul palco di Milano, un pensiero: quello che viene dai tanti sogni “di provincia” che tanti tuoi coetanei di qualche anno fa hanno fatto ogni volta che cominciavano le prime note di un successo targato Mogol-Donida”.

Il Premio Donida: ormai giunto alla quinta edizione, intende valorizzare talenti nel campo della composizione musicale in memoria di Carlo Donida Labati autore di ben 126 musiche per Mogol, che vide le proprie canzoni (Al di là, La spada nel cuore, Vecchio scarpone, La Compagnia tra i titoli più noti…) interpretate da grandi nomi come Mina, Battisti, Tenco, Charles Aznavour, Vasco Rossi e molti altri.

I finalisti di questa edizione saranno valutati da una prestigiosa giuria di rinomati critici musicali, compositori e produttori come Claudio Bonoldi (Universal), Federico Sacchi, Dino Stewart (BMG), Roberto Razzini (Warner), Leopoldo Lombardi (AFI), Manlio Mallia (Siae), Stefano Senardi, Claudio Fabi, Adolfo Massazza (Universal), Alfredo Mogol (autore), Stefano Remigi e Paolo Giordano (Il Giornale) sotto la guida di Monica Donida Labati, nipote del celebre compositore e presidente dell’associazione La Compagnia di Donida, che dal 2009 organizza il Premio per valorizzare e dare un’opportunità a coloro che vogliono entrare nel mondo della musica ed in particolare della composizione musicale. In palio per il vincitore del Premio Donida la pubblicazione dell’opera con Universal Music Publishing Ricordi s.r.l., la cui direzione artistica convocherà anche il primo classificato per un’audizione. Inoltre verrà assegnato anche il Premio “La compagnia” con un contratto editoriale con la Bmg Rights Management ed altri premi e opportunità legate al mondo della musica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*