Assisi, grande successo per il terzo ‘Choral day – la voce dei cori’

choral day
Il concerto finale della terza edizione del Choral day alla Domus paci di Santa Maria degli Angeli

Promosso da Associazione regionale cori dell’Umbria, è stato ospitato alla Domus Pacis – Paolo De Santis: Evento importante che ha coinvolto 300 coristi, 15 dei quali dalla Toscana

(umbriajournal by Avi News) – ASSISI Bilancio più che positivo per la terza edizione del ‘Choral Day – La voce dei cori’ andata in scena, domenica 27 settembre, alla Domus Pacis di Assisi. Trecento i partecipanti, dalle voci bianche agli adulti, 24 i cori coinvolti e sette gli atelier: questi i numeri dell’edizione 2015 che fanno del ‘Choral Day – La voce dei cori’ un appuntamento imperdibile per gli appassionati di canto corale.

300 coristi “È un evento di importanza fondamentale – ha detto Paolo De Santis, presidente dell’Associazione regionale cori dell’Umbria, organizzatrice della manifestazione – come dimostrano i numeri registrati. Nonostante siamo solo la terza edizione, la risposta che abbiamo avuto è stata più che soddisfacente”. “Hanno partecipato trecento coristi – ha proseguito De Santis – quindici dei quali provenienti dalla Toscana, segno che è un’iniziativa che attrae anche persone da fuori regione”. Un grande successo, dunque, per l’evento di Assisi, che segue quello fatto registrare a Expo. “Quest’anno, per la prima volta – ha infatti spiegato il presidente di Arcum – si è dato vita a un coro giovanile regionale che ha fatto il suo debutto a Milano nell’ambito dell’esposizione universale”.

Sguardo all’edizione 2016 Paolo De Santis pensa ora all’edizione 2016, forte anche di un altro progetto che sta prendendo vita proprio in queste settimane. “Stiamo lavorando alla realizzazione di un coro regionale di adulti – ha annunciato – che si esibirà il 22 novembre prossimo a Perugia alla basilica di San Pietro in occasione del trentennale dell’associazione”. A curare il progetto sarà il maestro Lorenzo Donati che, insieme al coro regionale di nuova formazione, porterà in scena la Messa dell’Incoronazione K 317 di Wolfgang Amadeus Mozart. “La creazione di un coro regionale – ha detto al riguardo Donati – rappresenta un momento importantissimo, perché permette ai singoli cori di incontrarsi e conoscersi. Cantare insieme fa riscoprire a tutti il gusto di essere uniti nel nome della musica”. “È un’iniziativa – ha proseguito il maestro Lorenzo Donati – che serve ai giovani per far capire loro che ci sono anche persone di altre età e generazioni che hanno la loro stessa passione. Al contempo serve a unire coristi provenienti da città diverse della stessa regione per condividere la musica, in questo caso quella di Mozart. Un musicista che aiuta a stare insieme perché è pieno di armonie straordinarie ma allo stesso tempo semplici”.

I docenti degli atelier A siglare il successo della terza edizione del ‘Choral Day – La voce dei cori’ la presenza di sette docenti per altrettanti atelier: canto gregoriano con Padre Maurizio Verde dell’Ordine dei frati minori, musica rinascimentale con Mauro Marchetti, musica barocca con Elena Sartori, World Music con Lorenzo Fattambrini, Coro regionale con Lorenzo Donati, Coro Voci bianche con Silvana Noschese e ‘Un giorno da Corista’ con Aldo Cicconofri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*