Si avvia alla conclusione il nono Festival Federico Cesi Musica Urbis

Si avvia a conclusione Festival Federico Cesi

(umbriajournal.com) by Avi News BEVAGNA – Si avvia alla fase finale la sezione ‘Main’ del nono Festival Federico Cesi Musica Urbis, organizzato dall’associazione culturale musicale Fabrica Harmonica, che dà spazio ad artisti di livello internazionale e musicisti in erba a cui è dedicata la specifica sezione FH Giovani. Venerdì 26 agosto si chiuderà la settimana dedicata alla chitarra per poi lasciare spazio alla musica antica. Doppio appuntamento a Bevagna nell’ultima giornata dedicata al popolare strumento a corde: alle 12 al teatro Torti un concerto aperitivo con degustazione di vini e prodotti tipici dell’Umbria e, alle 21.30 all’auditorium Santa Maria Laurentia, l’esibizione ‘Muse Napolitane’ di Gaetano Simone al violoncello e Simone Colavecchi alla tiorba. Nella stessa giornata, per il cartellone FH Giovani, alla Collezione Emilio Greco di Spello nel palazzo comunale, alle 18, andrà in scena il recital di chitarra ‘Omaggio ad Emilio and Me’.

L’ultima parte del festival, dedicata alla musica antica, ospita, poi, due giornate dense di appuntamenti, sabato 27 e domenica 28 agosto. Il concerto di chiusura a Bevagna, ‘Shakespeare in love’, sarà sabato alle 21.30 al teatro Torti. Sul palcoscenico il soprano Emma Kirkby & Civicantiqua Ensemble, accompagnati dal soprano e direttore artistico del festival Annalisa Pellegrini, il violino di Gabriele Benigni, il violoncello barocco di Gaetano Simone e il cembalo di Elisabetta Ferri. Il finale poi a Spello, domenica 28 agosto nella Chiesa di sant’Andrea alle 21, con il concerto ‘G.F.Haendel: The Messiah’, oratorio per soli, coro e orchestra in cui si esibiranno i Cantoria Nova Romana, Novum Convivium Musicum e l’Orchestra Internazionale di Roma diretta dal maestro Antonio Pantaneschi.

Giunge a conclusione anche la sezione FH Giovani che ospiterà ‘Giovani talenti in concerto’, sabato alle 18 e domenica alle 12, all’auditorium Santa Maria Laurentia a Bevagna.

 

Carla Adamo

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*