Music for Sunset, presentata l’edizione 2015

Francesco BianconiMusic for Sunset, festival di suggestioni sonore al tramonto, torna per il sesto anno all’Isola Maggiore del Trasimeno: sabato 25 e domenica 26 luglio la perla del Lago umbro ospiterà una due giorni di concerti, sonorizzazioni ambientali, installazioni, reading e performance teatrali. Promossa dall’Associazione Umbra Canzone e Musica d’Autore, la kermesse proporrà anche quest’anno un ricco programma di appuntamenti nel segno dell’approccio che contraddistingue, sin dalla sua nascita, l’originale Festival. E cioè l’incontro multidisciplinare tra arti diverse in un contesto straordinario, in cui le performance artistiche prendono vita plasmandosi sullo straordinario palcoscenico naturale dell’Isola Maggiore al tramonto. Sarà Francesco Bianconi, carismatico cantautore e frontman dei Baustelle, il grande ospite di questa edizione: sabato 25 luglio, al tramonto, Bianconi presenterà in un reading musicale il suo secondo libro, “La resurrezione della carne”, edito da Mondadori. “La resurrezione della carne – spiega lo stesso Bianconi – è un romanzo che ha abbastanza a che fare con il mondo degli zombi. Per questo abbiamo pensato di mettere in scena uno spettacolino che misceli le parole di alcuni passi del libro, ovviamente, con la musica del cinema dei morti viventi. Abbiamo ripescato temi di colonne sonore di film italiani di zombi scritti da grandi musicisti come Walter Rizzati, Fabio Frizzi, Goblin, Nico Fidenco e li abbiamo adattati per vibrafono. Alle percussioni intonate responsabili della parte melodica abbiamo affiancato una parte più puramente ritmica ottenuta campionando tamburi di ogni genere da vecchi dischi”. Di assoluto livello è anche l’appuntamento live di domenica 26 luglio, con Iva Bittová, raffinata musicista dall’anima tzigana che unisce in sé tradizione popolare dell’Est Europa e avanguardia newyorkese, che si esibirà insieme a Paolo Angeli in un’anteprima assoluta per l’Italia. “La mia ispirazione – spiega Bittova a proposito della sua arte – è sempre nata dal silenzio totale e da un’atmosfera assolutamente positiva. Queste sono le più importanti condizioni ambientali nelle quali le mie idee germogliano e credo che questo abbia un impatto sostanziale sulla mia musica”. Ecco quindi che il contesto dell’Isola Maggiore pare rappresentare il palcoscenico ideale per la performance dell’eclettica cantante e violinista, già al lavoro con artisti come Bill Frisell e Bobby McFerrin. Ancora musica come viaggio di scoperta e incontro, con l’esibizione del griot Sandrò Joeux (sabato 25 luglio), artista che vede la sua musica patrocinata dall’Alto Commissariato delle Nazioni Unite (UNHCR), e poi teatro, fotografia, elaborazioni video… Senza dimenticare la collaborazione con Legambiente: quest’anno la terza edizione di Festambiente Umbria sbarca al Trasimeno, ed incontra Music for Sunset per raccontare con performance e azioni artistiche, grazie alla collaborazione de La Mama Umbria International, i temi dell’ecologia, delle relazioni globali e personali che esistono tra l’uomo e i complessi ambiti del vivente, naturale, politico, sociale e culturale). E, a sottolineare il forte legame che unisce Music for Sunset con l’ambiente in cui si sviluppa, ad aprire il festival sabato 25 luglio alle 17 sarà la proiezione del documentario Green Generation di Greenpeace.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*