Magione, atmosfere festose del Ragtime e del Jazz di New Orleans a Trasimeno Blues

the-red-wine-serenaders2-400x320(umbriajournal.com) MAGIONE – Le atmosfere festose del Ragtime e del Jazz di New Orleans protagoniste a Magione per il grande ritorno a Trasimeno Blues di VERONICA & THE RED WINE SERENADERS, freschi vincitori del prestigios0 European Blues Challenge 2013

Ancora vento d’Africa al Trasimeno. Questa sera (25 luglio) l’atteso concerto del maliano Vieux Farka Tourè sul lungolago di San Feliciano

Le atmosfere festose e coinvolgenti del Ragtime e del Jazz di New Orleans hanno animato ieri la gremita piazza di Magione per un altro straordinario successo di Trasimeno Blues. Protagonisti in Piazza Pian di Carpine sono stati Veronica & The Red Wine Serenaders, il gruppo che ha conquistato l’Europa vincendo il prestigioso European Blues Challenge 2013 tenutosi lo scorso Marzo a Tolosa. Un riconoscimento che è vero orgoglio per l’organizzazione di Trasimeno Blues che già da parecchi anni ha scoperto il talento di questi artisti e li ha proposti più volte in cartellone.

LE FOTO

Cantastorie di un epoca leggendaria, Veronica & The Red Wine Serenaders hanno condotto un viaggio suggestivo alle radici del Blues, tra Ragtime, Jazz di New Orleans e ritmi ipnotici delle Jug Band. L’uso di strumenti non convenzionali, come l’ukulele, il kazoo o il washboard, contribuisce ad arricchire il suono che, con contrabbasso, chitarra acustica, banjo e mandolino, rimanda alle atmosfere dei primordi del Blues anni ’20, riadattandone il contesto ai giorni nostri.
La cantante ed ukuleista Veronica Sbergia è dotata di una voce versatile che le ha permesso negli anni di sperimentare un repertorio ricco dei più disparati generi musicali, ma è nel Blues che ha trovato la sua espressione ideale. Insieme al noto bluesman milanese Max De Bernardi si è concentrata sullo studio e la ricerca del Blues delle origini, dando vita al progetto The Red Wine Serenaders con Alessandra Cecala al contrabasso. In esso trovano ideale collocazione musicisti appassionati di Country Blues e Ragtime, di Hokum e Jug band e di tutta la musica popolar-rurale degli anni ‘20 e ’30. Il primo disco omonimo esce nel 2009 per l’etichetta Totally Unnecessary Records, al quale segue nel 2011 l’album “D.O.C. – Aged in Barrell”. Di incantevole bellezza anche l’ultimo album di Veronica Sbergia & Max De Bernardi, “Old Stories for Modern Times”, che raccoglie quindici canzoni composte tra il 1910 ed il 1939, rispettando in tutto e per tutto ogni sfumatura e tecnica musicale del periodo.
Ancora vento d’Africa al Trasimeno. Questa sera (25 luglio) l’atteso concerto del più autorevole rappresentante del Desert Blues, il maliano Vieux Farka Tourè che si esibirà alle 21.30 sul lungolago di San Feliciano.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*