L’attore Paolo Rossi a Gualdo Tadino tra ‘Arte e follia’ e comicità

Paolo Rossi ha visitato Arte e follia

(umbriajournal.com) by Avi News GUALDO TADINO – Inaspettata e quanto mai gradita è stata la visita dell’attore Paolo Rossi alla mostra ‘Arte e follia. Antonio Ligabue-Pietro Ghizzardi’, a Gualdo Tadino. Ed è così che nel tardo pomeriggio di martedì 30 agosto, tra gli altri turisti, ha fatto il suo ingresso nella Chiesa monumentale di san Francesco che ospita l’esposizione, contando sulla distrazione dei presenti. L’attore, riconosciuto ovviamente dal personale in servizio e da alcuni visitatori, ha dichiarato, divertito, di essere “in incognita” e ha poi espresso positivi apprezzamenti sull’esposizione, acquistandone la monografia. La mostra, curata da Vittorio Sgarbi, con la consulenza scientifica del Centro studi e archivio Antonio Ligabue di Parma, l’organizzazione di Augusto Agosta Tota e il coordinamento di Catia Monacelli, sarà aperta fino al 30 ottobre, tutti i giorni dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 19. Ottanta opere, di cui oltre 50 del maestro Ligabue, raccontano un linguaggio espressivo unico e personale, al di là e al di fuori di scuole, maestri e modelli. “L’arte dei due pittori – ha spiegato il curatore – metafora della loro difficile esistenza, dei loro sogni, dei loro desideri. Entrambi, senza allontanarsi dalle rive del Po, hanno saputo raggiungere vette altissime di espressività emergendo nel panorama dell’arte italiana del secondo Novecento”.

Per informazioni: info@roccaflea.com, 0759142445.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*