La percezione del futuro, la collezione Panza a Perugia [FOTO]

Si è tenuta questa mattina al Museo Civico di Palazzo della Penna la conferenza stampa di presentazione della mostra “La percezione del Futuro, la Collezione Panza a Perugia” curata da Giuseppina Panza di Biumo, figlia del collezionista e direttrice dell’Archivio Panza di Biumo e Fabio De Chirico, già Soprintendente BSAE dell’Umbria, attualmente Direttore Servizio I Arte e Architettura Contemporanea del MIBACT.
La mostra, ideata dall’Assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia, raccoglie 91 opere della Collezione Panza e sarà aperta a partire da domani, sabato 20 giugno, fino all’8 novembre prossimo presso la Galleria Nazionale dell’Umbria (Sala Podiani e Sala Maggiore) e al Museo Civico di Palazzo della Penna.
Nel presentare la mostra alla stampa, stamattina, l’Assessore Severini ha parlato di un “grande progetto per Perugia. Dal percorso difficile e complesso –ha detto- perché si è trattato di una vera e propria produzione, che ha richiesto da parte di tutti un impegno e un lavoro importanti, a partire dallo staff di Palazzo della Penna, a Sistema Museo che ha curato tutta la comunicazione, alla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, che ha creduto nel progetto, alla Camera di Commercio, il Credito Umbro e l’azienda Lorenza Antoniazzi.” Una mostra audace”, l’ha definita l’assessore, “che dà alla città un imprimatur dal momento che le opere esposte sono tutte diverse da quelle esposte già a Gubbio, alcune di esse sono esposte per la prima volta e altre non sono in esposizione permanente, per cui la mostra perugina rappresenta un’occasione unica per poterle ammirare.”
L’assessore ha, quindi, precisato le cifre della mostra, costata complessivamente circa 170mila euro, di cui 100mila coperti dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, 10mila dalla Camera di Commercio, 50mila dal Comune di Perugia e il resto dagli altri partner.
“E’ sicuramente una sfida –ha detto il Sindaco Andrea Romizi- e, per quanto all’inizio ci sia sembrata abbastanza visionaria, oggi siamo orgogliosi di ospitare questa mostra, in un anno particolare in cui Perugia è Capitale Italiana della Cultura”. Romizi ha anche sottolineato come l’esposizione rappresenti un’importante occasione per molti giovani che verranno a Perugia di avvicinarsi all’arte contemporanea e a un personaggio straordinario come Giuseppe Panza, mecenate, talent scout e capace di vedere oltre, di percepire il futuro, come dice il titolo stesso della mostra.
La mostra di Perugia rappresenta sicuramente tutto ciò che Giuseppe Panza amava dell’arte, la luce, il colore, la natura. Anche il fatto di poter esporre opere moderne in ambienti antichi. A dirlo è la figlia di Giuseppe Panza, Giuseppina Panza di Biumo, intervenuta alla conferenza di questa mattina insieme alla madre Rosa Giovanna Magnifico. “Non abbiamo potuto sempre dedicare una stanza ad ogni opera, come era nelle volontà di papà –ha precisato la signora Panza di Biumo, curatrice della mostra- ma abbiamo fatto in modo che gli artisti presenti in uno stesso spazio dialogassero tra di loro”.
“Le opere della collezione Panza –le ha fatto eco l’altro curatore della mostra, Fabio De Chirico- sono caratterizzate dall’impegno non stravagante ma ragionato del collezionista, che non andava dietro alle mode, ma aveva come filo conduttore il pensiero. Niente e lasciato al caso. Questo è evidente anche nella mostra di Perugia, dove il colore – linguaggio dell’arte, elemento dominante- dialoga con la luce, altra traccia essenziale delle opere, in una continuità tra antico e moderno che conduce ad una sorta di atemporalità”.
Alla conferenza sono intervenute anche Fiammetta Marchionni, in rappresentanza delle Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia che ha sottolineato l’importanza della mostra per la città e il sostegno significativo che la Fondazione dà alla cultura che è stato di oltre 78 milioni di euro, circa il 39% dell’intera locazione della Fondazione stessa, e Luisa Montevecchi, Segretario Generale del MIBACT per l’Umbria, attualmente incaricata di traghettare la Galleria Nazionale dell’Umbria in attesa della nomina del nuovo Direttore, con la volontà del Ministero di fare del Museo un punto di riferimento ancora più forte della città.

L’inaugurazione ufficiale della mostra si terrà questo pomeriggio alle ore 17,00 alla Sala dei Notari, alla presenza di Andrea Romizi, Sindaco di Perugia, Luisa Montevecchi, Segretario regionale MIBACT per l’Umbria, Carlo Colaiacovo, Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Rosa Giovanna Panza di Biumo, Panza Collection, Fabio De Chirico, Curatore della mostra. Coordina Teresa Severini, Assessore alla Cultura, Turismo e Università del Comune di Perugia.
Durante l’inaugurazione le Prime Parti dell’Orchestra da Camera Perugia eseguiranno musiche di George Gershwin e Leonard Bernstein.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*