La percezione del futuro a Palazzo della Penna

La percezione del futuro a Palazzo della Penna

La percezione del futuro a Palazzo della Penna
Ultimi giorni per visitare la mostra LA PERCEZIONE DEL FUTURO. LA COLLEZIONE PANZA A PERUGIA, prodotta e promossa dal Comune di Perugia e allestita presso la Galleria Nazionale dell’Umbria (Sala Podiani e Sala Maggiore) e presso il Museo civico di Palazzo della Penna.

Inaugurata il 19 giugno scorso, l’esposizione curata da Giuseppina Panza e da Fabio De Chirico chiuderà domenica 8 novembre, dopo aver riscontrato un grande successo, sia di critica che di pubblico. Eccellenti gli artisti in mostra, fra cui Dan Flavin, Richard Long, Robert Ryman, Ettore Spalletti, Stuart Arends, Lawrence Weiner, Richard Nonas, Joseph Kosuth, Phil Sims e Jan Dibbets; alcuni di loro hanno visitato la mostra apprezzandone la qualità dell’allestimento e della scelta curatoriale.

Di grande interesse le opere allestite: 91 fra pitture, sculture e istallazioni, arrivate in Umbria per la prima volta. Molti anche gli eventi collaterali realizzati: visite guidate gratuite settimanali e straordinarie in lingua italiana e in lingua inglese, concerti ad hoc eseguiti in collaborazione con il Collettivo Morlacchi del conservatorio di Musica “F. Morlacchi” e incontri a tema realizzati in collaborazione con l’Associazione Ekphrasis – Cenacolo d’arte curati da Giorgio Bonomi e Michela Morelli, un ciclo di approfondimenti dedicati al monocromo (rosso, giallo, blu) curato da Sistema Museo, lo straordinario evento “L’arte è una caramella” di e con Carlo Vanoni.

La mostra chiude in bellezza con un finissage dal fitto programma che inizierà alle ore 16.00, e a seguire alle ore 16.30, con due visite guidate (con ingresso a pagamento): si partirà da Palazzo della Penna per arrivare alla Galleria Nazionale dell’Umbria.

Alle ore 18.00, si potrà assistere a un evento dal forte impatto emotivo: una live performance che “abiterà” le sale di Palazzo della Penna, fondendosi con le opere. Creata dal coreografo di fama internazionale Afshin Varjavandi, La dodicesima stanza. Il gesto della percezione/Il corpo traduce il futuro percepito consiste in un’operazione-installazione durante la quale sette giovani danzatori, diventeranno l’animazione visiva del misterioso potere che l’Arte esercita sull’animo umano, raccontando la propria personale impressione e traducendo la reazione del corpo a ciò che viene percepito. I ballerini interpreti saranno Sofia Josè Osorio, Mattia Maiotti, Jenny Mattaioli, Chiara Morelli, Karen Mazzola, Elia Pangaro e Emma Viceconti. Il disegno sonoro è a cura di Jacopo Cerolini e gli styiling sculture-accessori in pelle di Re.Leg.Art.

A completare il pomeriggio in mostra, anche la presentazione delle opere “Mosaici dell’anima” realizzate da  Monia Romanelli e donate al Comune di Perugia, che sono a Palazzo della Penna.
La giornata si concluderà con un aperitivo al Bioo Caffè di Palazzo della Penna.

Info:
Ore 16:00 e 16:30
Visita guidata gratuita, ingresso in mostra a pagamento con partenza da Palazzo della Penna
Ore 18:00
La dodicesima stanza
Il gesto della percezione/Il corpo traduce il futuro percepito
Ideazione e coreografia
Afshin Varjavandi
Interpreti
Sofia Josè Osorio, Mattia Maiotti, Jenny Mattaioli,
Chiara Morelli, Karen Mazzola, Elia Pangaro, Emma Viceconti
Disegno sonoro
Jacopo Cerolini
Styiling sculture-accessori in pelle
Re.Leg.Art. Perugia
Live performance, aperitivo finale e ingresso in mostra a Palazzo della Penna con biglietto ridotto

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*