La notizia della vendita di un Perugino? Severini: “Se fosse vera, sarebbe surreale!”

Concerto Radio Subasio, consiglieri Pd attaccano Severini
Teresa Severini

La notizia della vendita di un Perugino? Se fosse vera, sarebbe surreale! Un vulnus alla Galleria Nazionale, all’immagine di Perugia e, aggiungo, alla sua dignità. Un fatto del genere finirebbe in prima pagina nazionale. Portarla via dalla Galleria, dove è custodita da oltre 150 anni, considerandola semplicemente un bene “non produttivo” sarebbe come vilipendere il nostro grande museo e proprio nel momento in cui la riforma lo sta rilanciando come uno dei venti principali d’Italia.

Un colpo durissimo che mi vede in pieno accordo con il direttore Pierini: il San Girolamo non può muoversi dalla Galleria Nazionale dell’Umbria! Soluzioni diverse e alternative per le difficoltà che anche il Sodalizio ha, mi auguro non mancheranno, essendosi sollevata l’attenzione pubblica sulle difficoltà che incontra nello svolgere l’importante e validissima azione nell’assistenza sanitaria.

Il Sodalizio di San Martino è un’antica istituzione perugina, che fa parte della nostra storia e che deve anche tutelarla, non disperderla: vendere un Perugino e sottrarlo alla fruizione pubblica in Galleria è oltre ogni immaginazione, sarebbe come disperdere se stessi. Onore piuttosto ai cittadini che preservano il patrimonio culturale a costo di mille sacrifici.

vendita di un Perugino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*