Infiorate di Spello

Infioratadi Monia Rossi(umbriajournal.com) SPELLO Dal tramonto all’alba: tappeti e quadri floreali lungo le strade del borgo che sarà animato da concorsi e workshop fotografici, mostre, musica
e gustosi menu floreali nella nuova Taverna degli Infioratori.

Per la festa del Corpus Domini tornano le artistiche Infiorate di Spello. L’appuntamento per il 2013 è il 1 e 2 giugno, durante quella che è divenuta una delle Infiorate più conosciute e apprezzate in Italia e nel mondo, ma la città già dal 25 maggio comincia ad animarsi con tante iniziative, in attesa della lunga notte dei fiori. Quest’anno l’evento introduce numerose novità e rafforza la partecipazione delle nuove generazioni, alle quali è affidato il futuro dell’evento.

Profondamente radicato nella comunità e capace di coinvolgere migliaia di visitatori (circa 80mila in un weekend), l’evento artistico e religioso che festeggia il Corpus Domini negli ultimi anni si è arricchito di numerose iniziative collaterali, in gran parte gratuite e ad ingresso libero: mostre, concorsi e workshop di fotografia, cake design floreale, che si aggiungono alle iniziative più tradizionali come la mostra di ricamo floreale allestita nel Museo delle Infiorate, la mostra mercato di florovivasimo nei giardini pubblici della città, il tutto condito da scene di “capatura” dei fiori nelle vie del centro storico, dagli allestimenti floreali che trasformano la città grazie al concorso di “Finestre, balconi e vicoli fioriti”, dall’allegro trenino turistico che accompagna i visitatori dai parcheggi ai principali punti di accesso al centro storico e dalla musica dal vivo che farà da colonna sonora animando l’intero borgo.

Tra le novità di quest’anno l’attenzione va sulla nuova Taverna degli Infioratori, che dal 25 maggio al 2 giugno proporrà menu a base di fiori sotto il coordinamento dello chef campione del mondo di cucina (1998) Roberto Sebastianelli (ristorante Fiorfrì a Ostra Vetere), e di Eros Ciancaleoni (pizzorante Millematti, Viole di Assisi) con le sue pizze ai fiori e birra ai fiori di luppolo, anche in versione gluten-free.

E non solo! Gli artisti più giovani di Spello, i futuri “Maestri Infioratori”, tornano a giocare un ruolo da protagonisti. Oltre al premio per la categoria “Under 14”, già previsto da anni nell’ambito del concorso annuale delle Infiorate, da quest’anno daranno ufficialmente il loro contributo anche i baby-infioratori della scuola materna dell’Istituto Omnicomprensivo di Spello. E’ l’Accademia dei boccioli, un vero e proprio gruppo di avviamento alle infiorate che sarà supportato dall’Associazione in tutte le attività. Un gesto particolarmente importante per garantire il futuro delle infiorate, che è nelle mani delle nuove generazioni. Le infiorate di Spello si aprono anche agli istituti d’arte: da quest’anno, per la prima volta, Spello accoglierà gli studenti del liceo artistico Bernardino di Betto di Perugia che, dopo questa prima esperienza formativa, potranno essere ammessi al concorso a partire dal prossimo anno, mentre le tecniche dell’infiorata entreranno nell’offerta formativa della scuola.

In materia di arte Spello, durante le infiorate, offrirà un servizio completo. Restano infatti confermate anche per il 2013 la straordinaria apertura notturna della Pinacoteca Civica e le visite guidate di Infiorart (il sabato sera e la domenica mattina) ai siti d’arte e ai tappeti floreali. Tutto questo e altro ancora avviene durante la “Notte dei fiori”, la veglia notturna in cui gli infioratori traspongono i bozzetti sulle strade e li realizzano con milioni di petali di fiori in attesa della processione domenicale.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*