Incontro con Peppe Ruggiero, autore del libro: L’ultima cena. A tavola con i boss

Peppe-Ruggiero(UJ.com3.0) SPOLETO – Le mafie ce la danno a bere (e a mangiare). L’alternativa esiste (ed è qui). A Spoleto, Venerdì, 19 aprile 2013, ore 16.30, presso il Cantiere Oberdan, in piazza San Gabriele dell’Addolorata ne discutono con l’autore Vanessa Pallucchi, Segreteria nazionale Legambiente e responsabile della campagna Italia, bellezza, futuro, Marco De Angelis Referente progetto I City e responsabile qualità catena discount. Introduce Walter Cardinali, Libera Umbria
Letture a cura di Silvia Maria Garbini.

Mozzarelle di bufala, vanto ed eccellenza del made in Italy nel mondo, sbiancate con la calce, gonfiate con acqua ossigenata, contaminate con la diossina. Liquami e amianto nei campi di mele annurche, fragole e ciliegie. Ancora: cavalli dopati per correre in gare clandestine e poi, quando ormai “schiantano” e non servono più, macellati e immessi nel circuito alimentare: vere bombe di ormoni in grado di causare gravi danni alla salute.
E’ solo una parte dello scenario raccontato dal giornalista Peppe Ruggiero nel suo libro “L’ultima cena. A tavola con i boss”. Un viaggio, ben documentato, tra i tanti prodotti alimentari avvelenati dagli sporchi traffici delle mafie e destinati alle nostre tavole. Un gioco criminale in cui le organizzazioni criminali intascano, e le persone muoiono. E in cui si realizza, anche, una vera “mattanza ambientale”: sotto gli occhi di tutti, ma ancora impunita.

Consulente per alcune trasmissioni Rai come “Mi manda Rai 3” e “Lucarelli racconta” (“Ladri di futuro” è la trasmissione curata da Carlo Lucarelli del 23 settembre scorso sul tema) e co-autore del documentario “Biùtiful càuntri”, Peppe Ruggiero sarà a Spoleto venerdì 19 aprile in un incontro pubblico che si svolgerà alle ore 16.30 al Cantiere Oberdan (piazza San Gabriele dell’Addolorata, nei pressi di corso Garibaldi). L’incontro si svolge nell’ambito di “Libera Libreria Letture di Legalità” promossa da Libera Umbria ed è organizzato dal presidio Libera Spoleto in collaborazione con Legambiente, Cittadinanzattiva, L’Erica e L’Uovo di Colombo.

Si partirà dal libro per una conversazione aperta a tutti: per saperne di più su quanto e come “le mafie ce la danno a bere e a mangiare” e per stimolare una riflessione su come sia possibile sottrarsi a questi giochi criminali senza limitarsi a incrociare le dita ogni volta che facciamo la spesa, augurandoci che ciò che portiamo a casa non provenga da circuiti illeciti e non danneggi la salute. L’alternativa, di fatto, già esiste. “Sta a noi – scrive don Luigi Ciotti nella prefazione al libro di Ruggiero – assumersi la responsabilità di informarsi e di rafforzare questi percorsi, sostenere, attraverso le nostre scelte di consumo, un diverso modo di intendere la produzione alimentare”. Al Cantiere Oberdan ne discutono con l’autore Vanessa Pallucchi, già presidente di Legambiente Scuola e formazione e responsabile della campagna “Italia, bellezza, futuro” e Marco De Angelis, responsabile del controllo qualità nella catena discount. Introduce Walter Cardinali (Libera Umbria). Letture a cura di Silvia Garbini.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*