A Gubbio arriva “Pantopolonia”

La storia è quella di una pittrice. La sua arte, i suoi desideri, i suoi sogni che trasferisce sulla tela e i mondi e le persone che incontra in un lungo viaggio nel tempo. Andrà in scena il prossimo 3 aprile, alle 17.30, al Teatro Comunale Ronconi di Gubbio, la commedia musicale “Pantopolonia”, ideato e curato dal Centro Accoglienza Aldo Moro di Gubbio. L’evento è stato presentato lo scorso giovedi 17 marzo alla presenza del vice sindaco di Gubbio Rita Cecchetti, del responsabile dei Servizi Sociali, Giuseppe Sabbatini in rappresentanza della USL Umbria 1 e della presidente della Coop Asad Liana Cicchi. Centrale è stata la relazione di Marco Jacoviello, musico terapeuta, che ha voluto sottolineare l’importanza e i benefici che scaturiscono dall’arte, arte in tutte le sue forme, da ciò anche la professoressa Tiziana Scassellati del Liceo Mazzatinti, che ha collaborato alla realizzazione del progetto, ha presentato i costumi di scena disegnati e dipinti dai ragazzi del Liceo. L’educatore del CSRE CAAM Francesco Pierotti ha sottolineato come questo progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di tanti attori, ruolo importante è stato sicuramente quello dei volontari dell’ Associazione Famiglie Alto Chiascio, un rappresentante, intervenuto alla giornata, ha portato la propria esperienza in maniera semplice e chiara ribadendo come il risultato è stato un progetto ambizioso creato soprattutto grazie al coinvolgimento e alla capacità di mettersi in gioco. È stata un “opera d’arte” dipinta a più mani, dove ognuno ha curato e realizzato una parte. Il mettere insieme tutte queste parti ha permesso la realizzazione di “Pantopolonia, inedita commedia musicale in due atti”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*