A Gubbio arriva “Pantopolonia”

La storia è quella di una pittrice. La sua arte, i suoi desideri, i suoi sogni che trasferisce sulla tela e i mondi e le persone che incontra in un lungo viaggio nel tempo. Andrà in scena il prossimo 3 aprile, alle 17.30, al Teatro Comunale Ronconi di Gubbio, la commedia musicale “Pantopolonia”, ideato e curato dal Centro Accoglienza Aldo Moro di Gubbio. L’evento è stato presentato lo scorso giovedi 17 marzo alla presenza del vice sindaco di Gubbio Rita Cecchetti, del responsabile dei Servizi Sociali, Giuseppe Sabbatini in rappresentanza della USL Umbria 1 e della presidente della Coop Asad Liana Cicchi. Centrale è stata la relazione di Marco Jacoviello, musico terapeuta, che ha voluto sottolineare l’importanza e i benefici che scaturiscono dall’arte, arte in tutte le sue forme, da ciò anche la professoressa Tiziana Scassellati del Liceo Mazzatinti, che ha collaborato alla realizzazione del progetto, ha presentato i costumi di scena disegnati e dipinti dai ragazzi del Liceo. L’educatore del CSRE CAAM Francesco Pierotti ha sottolineato come questo progetto è stato realizzato grazie alla collaborazione di tanti attori, ruolo importante è stato sicuramente quello dei volontari dell’ Associazione Famiglie Alto Chiascio, un rappresentante, intervenuto alla giornata, ha portato la propria esperienza in maniera semplice e chiara ribadendo come il risultato è stato un progetto ambizioso creato soprattutto grazie al coinvolgimento e alla capacità di mettersi in gioco. È stata un “opera d’arte” dipinta a più mani, dove ognuno ha curato e realizzato una parte. Il mettere insieme tutte queste parti ha permesso la realizzazione di “Pantopolonia, inedita commedia musicale in due atti”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*