Gualdo Tadino al ministro Dario Franceschini: con la cultura si mangia

Il sindaco della città Massimiliano Presciutti a colloquio con il ministro a Perugia – Consegnato come omaggio catalogo della mostra ‘Arte e Follia’ curata da Vittorio Sgarbi

(Avi News) – Perugia, 9 set. – Nell’ambito della Festa de l’Unità di Perugia, giovedì 8 settembre, il sindaco di Gualdo Tadino Massimiliano Presciutti ha avuto l’onore e il piacere di incontrare per un colloquio il ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo Dario Franceschini. Un’occasione per riflettere sull’importanza dei beni culturali e del prezioso patrimonio artistico che la nostra nazione ha a disposizione, risorsa importante non solo dal punto di vista della rappresentatività dei territori ma anche per la ricaduta economica che essa genera. Il sindaco ha potuto omaggiare il ministro con il catalogo della mostra evento in corso a Gualdo Tadino fino al 30 ottobre dal singolare titolo ‘Arte e follia. Antonio Ligabue – Pietro Ghizzardi’, a cura di Vittorio Sgarbi, che sta registrando un grande successo di pubblico.

Le parole del sindaco. “Ho l’onore – ha dichiarato Presciuttti – di essere, oltreché sindaco, anche presidente del Polo museale cittadino, un percorso che vanta ben cinque musei che spaziano dalla ceramica, all’archeologia, fino alla pittura tra Medioevo e Rinascimento. Unitamente a progetti importanti come quello sulla mostra, abbiamo avviato un cammino virtuoso incentrato sulla valorizzazione del territorio, sull’educazione al patrimonio culturale e sulla didattica rivolta al mondo delle scuole e ai più giovani. Abbiamo riscontrato un forte interesse nei confronti della nostra realtà che vanta un indubbio valore storico, artistico e naturalistico. Non posso, in quest’ultimo caso, non citare la magnifica montagna di Valsorda”.

La città. Gualdo Tadino sorge sul colle Sant’Angelo ed è dominata dalla Rocca Flea, mastio del XIII secolo voluto da Federico II e che oggi ospita le collezioni del Museo civico con le sezioni di archeologia, pinacoteca e ceramica. Gualdo Tadino è, infatti, uno dei più importanti centri ceramici umbri ed è conosciuta universalmente come ‘Città della ceramica’. La mostra di cui il ministro Franceschini ha ricevuto il catalogo è ospitata nella chiesa monumentale di San Francesco e conta ottanta opere delle quali oltre cinquanta realizzate dal maestro Antonio Ligabue.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*