Foligno. “Umbria World Fest” – Migliaia di visitatori per le mostre fotografiche

UWF_mostre2(umbriajournal.com) FOLIGNO – Anche la sezione fotografia di Umbria World Fest, appena conclusa, può vantare dopo il successo dei quattro giorni di festival un bilancio più che positivo, pure per ulteriori sviluppi.

Dal 21 giugno al 7 luglio scorsi sono state infatti oltre 2 mila le presenze alle mostre fotografiche a dimostrazione di una crescita costante di questa importante sezione del festival – una realtà che si sta affermando sul panorama nazionale – con arrivi a Foligno anche da molte regioni italiane.

Umbria World Fest, con la sua XII edizione, ha ancora una volta dimostrato di essere un festival multiculturale e multidisciplinare per la sua capacità di creare fusione ed incontro tra le diverse forme artistiche. Dopo la prestigiosa collaborazione con la Magnum Photos (la più grande agenzia fotografica del mondo), per lo spettacolo “A questo mondo perfetto” che il 23 giugno scorso ha chiuso il festival, sempre la fotografia è stata protagonista con numerose iniziative tra cui seminari e workshop fotografici.

Ma al centro dell’attenzione sono state soprattutto le mostre fotografiche allestite per questa edizione del festival – curate da Marco Pinna (staff editor National Geographic Italia), Chiara Oggioni Tiepolo (senior editor RVM magazine), Emilio D’Itri (Officine Fotografiche), GianMaria De Gasperis (RVM magazine) e Tiziana Faraoni (Phoeditor L’Espresso) – che fino al 7 luglio si sono potute visitare presso gli spazi espositivi di Palazzo Candiotti.

Foligno quindi per due settimane è stata la “capitale italiana della fotografia”, come l’ha definita il National Geographic con un articolo nella home page del proprio sito, con protagonisti fotografi di grande prestigio: Stefano De Luigi (quattro volte vincitore del Wolrd Press Photo ), Valerio Bispuri (fresco vincitore del Sony Awards), Alessandro Costelli, Gaia Light, Gigi Riva, Alessandro Gandolfi.

Ad arricchire questa già prestigiosa galleria di immagini, presso la corte di Palazzo Trinci molto interesse ha suscitato anche la mostra “Sensational Umbria” di Steve McCurry, con sei foto-installazioni “sensazionali” realizzate dal celebre fotoreporter statunitense per promuovere la regione.

Grande novità di quest’anno è stato anche il Premio “Umbria Photo Fest”, grazie al quale editori e photo editor delle maggiori testate nazionali ed internazionali, curatori e fotografi si sono messi a disposizione per colloqui individuali fornendo un parere critico, consigli, suggerimenti di carattere tecnico, artistico ed editoriale agli oltre 100 partecipanti alle letture portfolio provenienti da tutta Italia: fotografi professionisti e non sono arrivati da Trapani, Verona, Firenze, Roma e Napoli, “un dato decisamente incoraggiante come prima edizione del premio” afferma il direttore artistico di Umbria World Fest, Piter Foglietta.

Il miglior portfolio è stato quello della fotografa Nadia Cianelli, che oltre ad aggiudicarsi un premio in denaro potrà esporre le sue foto nella prossima edizione di Umbria World Fest. Secondo classificato è stato Vinicio Drappo, mentre la menzione d’onore è andata a Bruno Cherubini, per un lavoro che ha entusiasmato lo staff editor del National Geographic.

“Crediamo – sottolinea infine Foglietta a bilancio del festival – che a questo punto sia un’opportunità per la città l’investimento su uno spazio espositivo idoneo ed attrezzato, che Umbria World Fest possa far vivere anche per il resto dell’anno, con corsi, mostre, workshop ed incontri”.

“Stiamo già lavorando anche per un ampliamento territoriale del Festival – aggiunge il direttore artistico – perché Umbria World Fest è ormai un’importante occasione culturale e di promozione del territorio”.

Intanto, l’appuntamento lanciato è quello per la 13esima edizione di Umbria World Fest, in programma a Foligno per giugno 2014.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*