Festival delle Nazioni, Jörg Demus in concerto a Città di Castello

Festival delle Nazioni, Jörg Demus in concerto
Festival delle Nazioni, Jörg Demus in concerto

Il leggendario pianista austriaco Jörg Demus sarà a Città di Castello per un concerto imperdibile nell’ambito del Festival delle Nazioni. Giovedì 3 settembre alle ore 21, nella Chiesa di San Domenico, interpreterà alcuni classici di Haydn, Mozart, Schubert e Beethoven, accostando a essi la novecentesca Sonata op. 1 di Alban Berg.

Jörg Demus – che nella sua lunga carriera è stato spesso accanto a Karajan nel ruolo di solista – è un imprescindibile riferimento nella storia pianistica del Novecento. La sua è una lunga carriera fatta di sale gremite, di pagine memorabili e di lunghi applausi.

E non avrebbe bisogno di presentazioni: il suo nome si legge nei libri di storia della musica, eccezionale pianista austriaco che insieme a Friedrich Gulda e Paul Badura-Skoda costituì la cosiddetta ‘troika viennese’.

Alle sue mani è affidato un programma che affianca classicismo viennese e avanguardia novecentesca: capolavori come il Piccolo divertimento di Haydn, la celeberrima Sonata alla turca di Mozart, la Sonata op. 110 di Beethoven e gli Improvvisi op. 90 di Schubert, ovvero brani tra i più amati della cosiddetta prima Scuola di Vienna, saranno accostati alla Sonata op. 1 per pianoforte di Alban Berg, unica composizione del musicista austriaco per questo strumento, composta tra il 1907 e il 1908 e considerata la prima opera per pianoforte della seconda Scuola di Vienna.

È in forma-sonata, ed è strutturata in un unico movimento anche su suggerimento di Schönberg che, rispondendo ai dubbi di Berg, chiosò, “non c’è altro da dire”.

Jörg Demus è nato a St. Pölten, in Austria, nel 1928; la madre è un’affermata violinista, il padre un noto professore di storia dell’arte. Il suo debutto nella sala Brahms di Vienna all’età di quattordici anni ha segnato l’inizio di una lunghissima carriera che lo ha portato subito nei più importanti centri musicali europei ed in Sudamerica. Il successo ottenuto è culminato nella vincita del primo premio al Concorso “Busoni” a Bolzano nel 1956.
Ospite dei più prestigiosi festival internazionali, è molto richiesto e conosciuto in Giappone, in Asia e negli Stati Uniti. Demus ha collaborato con i più noti direttori d’orchestra, tra i quali Herbert von Karajan, Joseph Krips, Wolfgang Sawallisch, Seijo Ozawa.

Il suo contributo nel campo discografico è imponente: vanta un repertorio di ben 350 lp, cd e registrazioni video con le opere complete per pianoforte di Robert Schumann e Claude Debussy, il Clavicembalo ben temperato, Clavierübung e i concerti per pianoforte di Bach, Haydn, Mozart e Beethoven. Numerosi suoi dischi sono stati insigniti del premio Edison. Diverse le incisioni dedicate alla musica da camera e alla liederistica con artisti di alto livello quali Dietrich Fischer-Dieskau, Elisabeth Schwarzkopf, Elly Ameling e Peter Schreier.

Appassionato cultore di strumenti antichi, Demus cura da sempre la raccolta e il restauro di strumenti a tastiera, creando così l’occasione per nuove incisioni discografiche. Nella regione del Salzkammergut (nel salisburghese) ha fondato un museo sulla storia del pianoforte. Demus è inoltre un apprezzato pedagogo: tiene corsi di perfezionamento in Italia, negli USA e in Giappone. Numerose le sue composizioni che lo vedono autore di sonate per pianoforte e violino, pianoforte e violoncello, trii, pianoforte solo e Lieder.

Il costo dei biglietti va da 15 a 10 €. I biglietti sono in vendita presso la sede della biglietteria di Città di Castello a Palazzo Facchinetti in corso Vittorio Emanuele 2 (aperta dalle 11 alle 13 e dalle 16 alle 18) e nel luogo del concerto a partire dalle ore 20. Per ulteriori informazioni di biglietteria: tel. 075 8522823, ticket@festivalnazioni.com.

Sono partner istituzionali del Festival delle Nazioni il Ministero per i beni e le attività culturali e del Turismo – Dipartimento dello Spettacolo, la Regione Umbria, il Comune di Città di Castello, la Camera di Commercio di Perugia, i Comuni di San Sepolcro, Umbertide, San Giustino e Citerna.

Festival delle Nazioni

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*