Spoleto59, gli incontri di Mieli, primo appuntamento con Lilli Gruber

Successo di pubblico oltre ogni previsione per l’avvio della rassegna firmata Hdrà

Spoleto59, gli incontri di Mieli, primo appuntamento con Lilli Gruber. La Sala dei Vescovi del Museo Diocesano di Spoleto non è bastata a contenere il pubblico che ha assiepato il primo degli Incontri di Paolo Mieli, il format creato da Hdrà per il Festival dei 2Mondi. Per la prima conversazione con Lilli Gruber, presenti grandi personaggi come Giuliano Ferrara e Carla Fendi, molti degli spettatori hanno seguito l’evento dal maxischermo della Sala Barberini, anch’essa gremita. “Viviamo un momento di passaggio che sta comportando grandi cambiamenti nella società – ha detto nel suo saluto il presidente di Hdrà, Mauro Luchetti – e abbiamo concepito questi incontri per capire meglio, grazie a Paolo Mieli e a una serie di voci importanti, quale potrà essere il futuro di tutti noi”.

Presente in sala anche Giorgio Ferrara, direttore del Festival, reduce dal successo di ieri sera.

Brexit, Europa, musulmani, cristiani, scontri e incontri di civiltà. Questi i temi del faccia a faccia tra Mieli e Lilli Gruber, a partire dall’ultima fatica letteraria della giornalista, “Prigionieri dell’islam”, secondo la quale “noi occidentali siamo prigionieri dei nostri pregiudizi verso l’islam e loro lo sono di una visione ancora oscurantista e retrograda della società. Ma i numeri non sono da invasione. In Italia ci sono 1 milione e 600mila musulmani su 60 milioni di cittadini. Certi allarmi sono pretestuosi”.

Grande attesa ora per l’appuntamento con il cantante e polistrumentista bolognese Cesare Cremonini, previsto per le 16. Domani, poi, triplo appuntamento. In mattinata, alle 12, si svolgerà l’incontro con Beatrice Lorenzin, ministro della Salute, mentre nel pomeriggio ci sarà spazio per due grandi nomi della cultura e dello spettacolo. Alle 16 Edoardo Albinati, scrittore in odore di Premio Strega con il suo ultimo romanzo, e poi, alle 17.30, Marco Giallini, protagonista di tanti successi tra cinema, fiction e teatro.

Gli incontri si snoderanno lungo i tre fine settimana del Festival, fino al 10 luglio 2016. Nelle prossime settimane di fronte a Paolo Mieli siederanno Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera, Domenico Procacci, produttore cinematografico, Ilaria Dallatana, direttrice di Rai Due, il presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, Pierluigi Battista, giornalista e scrittore, il ministro dell’Interno Angelino Alfano, Paolo Agnelli, presidente di Confimi Industria, Catia Tomasetti, presidente di Acea, e l’attrice Francesca Reggiani.

La rassegna, ospitata nella Sala dei Vescovi del Museo Diocesano (Chiesa di Sant’Eufemia), è un format di Hdrà a cura di Maria Carolina Terzi, Maddalena Maggi e Paolo Giaccio. Tutti gli incontri sono in streaming sul sito di Rai Cultura http://www.cultura.rai.it/ e sono fruibili sul web e sui principali social network.

HDRÀ

Si scrive Hdrà, si legge Accadrà.

Il gruppo di comunicazione integrata tutto italiano, guidato da Mauro Luchetti, insieme a Benedetta Rizzo, Marco Forlani, Paola Mostile e Gian Luca Comandini, che fa della contaminazione tra le sue anime un concreto punto di forza per offrire a ogni cliente una strategia tailor made. Quattro le business unit che compongono il gruppo: Aleteia per la comunicazione ATL e BTL, Consenso per le relazioni istituzionali e le media relations, Medita per la comunicazione social e Overseas per l’organizzazione di eventi. Hdrà partecipa al Festival dei 2Mondi per il quinto anno consecutivo con un proprio format nella programmazione ufficiale di Spoleto59. Per la prima volta, inoltre, Hdrà produce uno spettacolo teatrale, “Volario”, in scena alla Sala Frau l’8 e il 9 luglio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*