Ottantamila presenze per il Festival dei Due Mondi

Il sindaco Cardarelli e il direttore Ferrara fanno il punto, con un occhio già al 2017, l'anno del 60esimo anniversario

Ottantamila presenze per il Festival dei Due mondi. Il giorno della chiusura del Festival dei Due Mondi porta con sé un record: 80mila presenze registrate, molte di più delle 5mila del 2007, l’ultimo anno della gestione Menotti. Crescono anche gli incassi, da 627mila a 665mila. E’ un bilancio tutto in chiaro quello del 2Mondi, presentato dal direttore artistico Giorgio Ferrara e dal sindaco Fabrizio Cardarelli. Proprio il primo cittadino, anche presidente della Fondazione, ha sottolineato il rapporto tra la città e il nuovo festival: “La sfida è stata quella di emulare il modello storico – spiega il direttore artistico – su un altro terreno allargando i confini dei due mondi al mondo intero”.

Ora occhi puntati sull’edizione 60, che si aprirà il 30 giugno. Ma il 2017 sarà caratterizzato dal Festival in tutti e 12 i mesi. L’obiettivo di Cardarelli è far tornare gli appuntamenti a Natale e a Pasqua e portare il Festival nel mondo con “Le nozze di Figaro” in trasferta, con prospettive interessanti in Oriente. La Fondazione ha poi acceso il mutuo per il restauro dello stabilimento di scenotecnica che sarà attivo già dal prossimo anno. Sul cartellone tutto segreto tranne per l’apertura: il don Giovanni di Mozart.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*