Festival dei due mondi Spoleto, premio La Repubblica a Luca Marinelli

E' giovane talento dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica "Silvio d’Amico"

Festival dei due mondi Spoleto, premio La Repubblica a Luca Marinelli

Da sempre il quotidiano La Repubblica punta sui giovani. Quest’anno, media partner del Festival, in occasione dei 40 anni dalla sua nascita e con uno sguardo sempre attento al futuro, premia a Spoleto il giovane talento dell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica “Silvio d’Amico”, Luca Marinelli. A consegnare il premio sarà il direttore di Repubblica Mario Calabresi. Ha vinto un Premio Pasinetti per il miglior attore alla Mostra del cinema di Venezia per Non essere cattivo e il David di Donatello per il miglior attore non protagonista (alla sua terza candidatura) perLo chiamavano Jeeg Robot. 

Nel 2003 segue un corso di sceneggiatura e recitazione con Guillermo Glanc, per poi riuscire ad entrare nel 2006 nell’Accademia Nazionale d’Arte Drammatica Silvio D’Amico dove consegue il diploma accademico nel 2009. Raggiunge la notorietà quando viene chiamato nel 2010 ad interpretare la parte di Mattia, protagonista de La solitudine dei numeri primi.

Nel 2013 è candidato al David di Donatello, al Nastro d’argento e al Globo d’oro come miglior attore protagonista per il film Tutti i santi giorni. Sempre nel 2013 viene scelto per rappresentare l’Italia nella sezione Shooting Stars del Festival di Berlino.

Nel 2016 vince il David di Donatello per il miglior attore non protagonista per il ruolo dello Zingaro nel film Lo chiamavano Jeeg Robot.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*