Festa della Mamma tra origine, tradizione e attualità

mamma-e-figlio_4(UJ.com3.0) PERUGIA – Ricorrenza diffusa in tutto il mondo, la Festa della Mamma è comunemente festeggiata la seconda domenica di Maggio: una giornata attraverso la quale si celebra l’amore disinteressato e l’inesauribile pazienza che contraddistingue ogni madre nel mondo. Nonostante i connotati odierni della Festa della Mamma siano spiccatamente commerciali, le origini di questa festività sono antiche e legate alle tradizioni degli antichi popoli politeisti. Momento di passaggio dal freddo invernale alla vita primaverile in cui tutto rinasce e sboccia, le celebrazioni legate al culto della dea madre sono comuni alla quasi totalità delle antiche civiltà sparse per il globo, tutte accumunate dalla presenza di una Grande Madre’, divinità femminile venerata in quanto portatrice di vita.

Se per gli antichi greci era la dea Rea, madre di tutti gli dei, per i romani era invece Cibele, divinità rappresentativa di tutte le madri.
Il passaggio del tempo e dei secoli, tuttavia, ha svuotato tale festività di quel particolare tono religioso che la contraddistingueva inizialmente, fino a farle abbracciare una sfera più spiccatamente civile. Le origini della Festa della Mamma così come la conosciamo oggi, infatti, vanno ricercate poco più di un secolo fa negli Stati Uniti: era il 1870, infatti, quando la pacifista Julia Ward Howe propose l’istituzione del Mother’s Day come occasione per riflettere sulla inutilità guerra col fine di favorire la pace del mondo.

Tuttavia, prima dell’istituzione ufficiale di un giorno celebrativo bisogna aspettare ancora qualche decennio e la perseveranza di Anna Jarvis. Nel 1907, infatti, all’indomani della scomparsa della madre, Anna Jarvis sped lettere a ministri e membri del congresso al fine di proporre l’istituzione di una festività atta a festeggiare tutte le mamme del paese. Adottata già l’anno successivo a Philadelphia, città natale della Jarvis, è per nel 1914 che il presidente Wilson calendarizzò la Festa della Mamma come celebrazione ufficiale da festeggiarsi la seconda domenica di Maggio.

Per quanto riguarda il nostro paese, al contrario, l’idea di festeggiare le mamme venne a Don Otello Migliosi, parroco di Assisi che, nel 1957 istituì una giornata a livello locale, poi ripresa in tutta Italia.

Ma amore è, prima di tutto, creatività: ecco perchè i più intraprendenti potranno dar sfogo alla fantasia e, uscendo un po’ dai classici schemi floreali, potranno scegliere o confezionare omaggi un po’ diversi dal solito.(Sapere.it)

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*