“Young Jazz Festival” ha presentato “Jazz Community”

Jazz Community_Guidi-Mismetti-GammarotaFOLIGNO – Il progetto “Jazz Community”, inserito anche quest’anno all’interno dell’edizione 2014 di Young Jazz Festival, quella dei dieci anni di vita, è stato presentato questa mattina a Foligno nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso La Lumaca Ubriaca, in piazza del Grano.
“Questa sezione – ha detto il direttore artistico di Young Jazz Giovanni Guidi – rende il nostro festival unico al mondo perché nessun altro realizza un progetto del genere. L’obiettivo è quello di fare diventare Young Jazz sempre più un festival di frontiera per continuare a legare l’improvvisazione del jazz alle tematiche sociali”.

Anche per Mario Gammarota, dell’associazione Young Jazz, “è la sezione più importante del festival perché attraverso questa parliamo alla comunità”, mentre il sindaco Nando Mismetti, dopo aver ringraziato lo staff del festival per aver fatto crescere questa realtà, ha affermato: “In questo programma c’è il segno di una città e della sua intera comunità”.

Concerti e spettacoli sezione “Jazz Community”

sabato 17 maggio (ore 21.30, Zut! Ex Cinema Vittoria)
TETRAKTIS feat. MICHELE RABBIA
Michele Rabbia – percussioni
Matteo Flori – percussioni
Gianni Maestrucci – percussioni
Laura Mancini – percussioni
Leonardo Ramadori – percussioni
Gianluca Saveri – percussioni

In circa quindici anni di attività Tetraktis segue un percorso che prende origine dalla musica contemporanea di derivazione classica ma che incontra molti altri linguaggi tra cui a musica popolare antica, il Jazz, il Pop. La principale scelta artistica che orienta il percorso del gruppo è la volontà di utilizzare il proprio parco strumenti (per vocazione il più ricco di tutte le famiglie strumentali) senza porre barriere di genere; cercando anzi gli incontri più vari ed inusuali. Dall’incontro con Michele Rabbia, un funambolo della batteria e di tutto ciò che si può percuotere, scaturisce un concerto che evocherà atmosfere speciali, grazie al vetro che si trasformerà in strumento musicale. Attraverso il ritmo Rabbia crea un mondo personale di suoni come i migliori batteristi che amano esibirsi dimostrando di essere capaci di costruire narrazioni musicali e suscitare emozioni con la sola batteria.

martedì 20 maggio (ore 21.30, Auditorium San Domenico)
GIEZZISTI.3

“Giezzisti.3” è una performace tetrale a cura di La Società dello Spettacolo e promosso dall’Associazione Liberi di essere per la promozione e la tutela della salute mentale, in collaborazione con USL Umbria 2 e con il sostegno di Fondazione Cassa di Risparmio di Foligno. «Buonasera a tutti voi signori che ci seguite, questa sera vi faremo assistere a uno spettacolo – che non è uno spettacolo – gestito, vissuto e coordinato dagli ‘oriundi’ del Laboratorio teatral sperimentale liberty, riformattati in “Giezzisti.3” (tra virgolette si capisce che è il titolo). Non è uno spettacolo. È un’avventura, la creatività tra sensazione e movimento, con il teatro finalmente si vive, è un modo per realizzarsi, per esprimere le proprie emozioni, per mettersi in gioco, per fare dell’arte con le proprie esperienze, relazionarsi, disinibirsi, sensazione e parole in comune. Non è soltanto uno spettacolo: è lo spettacolo della vita. Grazie a tutti e buon proseguimento. Applauso.» (i giezzisti)

mercoledì 21 maggio (ore 21.30, Auditorium San Domenico)
LIBERORCHESTRA

“LiberOrchestra” è un progetto musicale promosso dalla cooperativa La Locomotiva in collaborazione con Young Jazz e realizzato dal Centro socio-riabilitativo semi-residenziale “Il Laboratorio”, di titolarità dell’ AUSL Umbria 2. Il progetto nasce dal desiderio di rendere possibile l’incontro tra la musica jazz e l’universo della disabilità attraverso la creazione spontanea, collettiva ed individuale, di musica, suoni e rumori. LiberOrchestra torna con una nuova performance musicale diretta da Giovanni Guidi, colma di tratti originali e permeati di vissuti ed emozioni. Così Maurizio Pirone: “LibeOrchestra è un gruppo, un insieme di individui musicali, di musicisti… non tutti musicisti ma sicuramente tutti musicali… amanti del boato prodotto da un tamburo o il fragore di una risata, l’improvviso starnuto, qualche accordo di chitarra o l’assolo di un sax. Siamo l’allegra e chiassosa banda di un paese in festa”.

sabato 24 maggio (ore 16.30, Parco dei Canapè, ore 17.30, Centro storico)
L’ORCHESTRINO (street band)
Filippo Ceccarini – tromba e flicorno
Dimitri Grechi Espinoza – sax alto e sopranino
Beppe Scardino – sax baritono
Daniele Paoletti – rullante e percussioni
Simone Padovani – grancassa e percussioni

Una piccola brass band dal suono grande. Una piccola brass band creativa che si muove con la stessa facilità dal jazz di New Orleans all’improvvisazione libera; che padroneggia col medesimo rigore storico sia blues ‘ellingtoniani’ che ritmi afro-cubani: Ecco Arriva L’Orchestrino! Nato in seno alla fertile Livorno musicale, L’Orchestrino è composto da musicisti molto attivi nella scena jazzistica – in senso esteso – italiana, con interessi e collaborazioni illustri (Gianluca Petrella, Roy Paci, Amiri Baraka, James Newton, Tim Berne, Bobby Previte, John Tchicai, per citarne alcuni) in ogni genere musicale. Questa tendenza musicale onnivora permette al gruppo di spaziare moltissimo abbracciando con la stessa autorevolezza ogni stile, con un approccio fresco e creativo ed un forte riferimento storico e sonoro verso le classiche brass band del jazz.
Il repertorio segue questa multidirezionalità: standards delle brass band, canzoni pololari, brani originali ed insospettabili covers di artisti come Eddie Bo, Medeski Martin & Wood, William Parker, Marc Ribot, Art Ensemble Of Chicago, Chris McGregor Brotherhood of Breath. Il percorso vario ha portato quest’organico ad esibirsi in festival come Umbria Jazz, London Jazz Festival, Bari in Jazz (per citarne alcuni). Nel tour del 2013 con Bobo Rondelli si esibiscono in alcuni fra i locali più importanti della penisola.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*