Primi d'Italia

Vittorio Trancanelli, presentato il libro illustrato per bambini

Proprio i piccoli sono stati al centro dell’attenzione umana e cristiana del dottor Trancanelli

Vittorio Trancanelli, presentato il libro illustrato per bambini

Vittorio Trancanelli, presentato il libro illustrato per bambini

PERUGIA – Vittorio Trancanelli (1944-1998), è stato un noto medico chirurgo di Perugia, che insieme alla moglie Rosalia Sabatini e ad altre famiglie diede vita all’opera diocesana di carità “Alle Querce di Mamre”, che accoglie tutt’oggi persone in gravi difficoltà, tra questi minori con particolari disagi e disabilità. Proprio i piccoli sono stati al centro dell’attenzione umana e cristiana del dottor Trancanelli, diversi dei quali da lui e dalla moglie adottati e accolti in casa.

In occasione della ricorrenza del 19° anniversario della sua morte, oggi sabato 24 giugno, Palazzo dei Priori ha ospitato l’incontro organizzato da Enrico Solinas, postulatore della causa di canonizzazione del medico, dichiarato, lo scorso febbraio, Venerabile servo di Dio da papa Francesco, con l’obiettivo di far conoscere questa figura anche ai più giovani. “Soffermandomi a guardare la gran quantità di fedeli presenti in Duomo in occasione della messa di ringraziamento, celebrata dal Cardinale lo scorso 26 marzo, mi sono reso conto che non vi erano tanti bambini né ragazzi. –ha spiegato il postulatore Enrico Solinas- Eppure Vittorio Trancanelli aveva dedicato molto della sua vita e della sua attività ai giovani. Così mi è venuta l’idea del libro, per far si che anche i più piccoli potessero conoscerne l’esempio.”

Con l’aiuto del figlio Emanuele, fumettista, è stato dunque realizzato il libro, dal titolo “Il Venerabile Vittorio Trancanelli”, semplice nella grafica, costituito da 25 tavole illustrate, che ripercorrono le tappe salienti della vita di Trancanelli, accompagnate da brevi didascalie. L’opera, patrocinata dal Comune di Perugia, sarà distribuita gratuitamente dapprima agli oratori delle chiese della diocesi, ma anche a chiunque ne farà richiesta alla mail enricosolinas@gmail.com.

“Quello di oggi è un momento importante – ha sottolineato l’assessore Dramane Wagué – sia per l’Amministrazione comunale che per tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscere Vittorio Trancanelli. Proprio a Vittorio vogliamo rivolgere con affetto il nostro ringraziamento per tutto ciò che ci ha lasciato e per l’esempio che ha rappresentato ed ancora oggi rappresenta per tutti i perugini. Trancanelli sarà sempre una figura di riferimento per noi adulti e per i nostri ragazzi perché la sua persona ha incarnato valori di umanità straordinari”.

Domenica 2 luglio (ore 16-19) si svolgerà la solenne traslazione delle sue spoglie mortali dalla chiesa parrocchiale di Cenerente (Pg) a quella dell’Ospedale “Santa Maria della Misericordia” di Perugia, dove tante persone sofferenti potranno raccogliersi in preghiera. Le spoglie, dopo una sosta nella chiesa di San Sisto (ore 16) saranno portate in processione nella chiesa dell’Ospedale. In questo luogo di culto saranno tumulate nel sarcofago appositamente predisposto. Seguirà la celebrazione eucaristica (ore 17.30) presieduta dal cardinale Gualtiero Bassetti con numerosi vescovi e sacerdoti, alla presenza di tantissimi fedeli  e di rappresentanti delle Istituzioni civili e religiose dell’Umbria, con i gonfaloni delle città di Perugia e di Assisi, dove nella frazione di Petrignano di Assisi il Venerabile era nato e cresciuto.

In preparazione a questa solenne traslazione, sempre questo pomeriggio, alle ore 18, presso la chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena in Cenerente, si terrà la celebrazione eucaristica del 19° anniversario della morte di Vittorio Trancanelli, presieduta dal vescovo di Città di Castello mons. Domenico Cancian.

Un ricordo toccante di Vittorio Trancanelli nelle parole della moglie Lia Sabatini che ha ripercorso le tappe della vita del “Venerabile”. “Un uomo – ha detto – che si è sempre occupato degli ultimi, degli ammalati, senza alcuna ambizione di carriera o guadagno”.

Uno spirito incarnato anche nella vita privata, visto che la coppia negli anni ha accolto nella propria casa tanti bambini e persone bisognose fino ad arrivare alla fondazione dell’associazione “Alle querce di Mamre”, costituita grazie alla collaborazione con i tanti amici parrocchiani con i quali, oltre a vivere la fede, si è deciso di vivere insieme anche la carità evangelica.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*