Villa Pitignano, Sagra del baccalà al via tra le note del dj Osunlade

A Villa Pitignano la Sagra del baccalà

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA – Se tanti giovani perugini si sono scatenati ai ritmi house del dj americano Osunlade, i più adulti hanno, invece, danzato i balli suonati dall’orchestra Novelli. Tutti però, senza distinzione di generazione, hanno avuto modo di degustare i piatti proposti dalla Sagra del baccalà di Villa Pitignano che si è aperta venerdì 26 agosto e si chiuderà domenica 4 settembre. Dal baccalà fritto e dal mix di assaggi e sfizierie, serviti in abbinamento a una vasta selezione di vini e bevande nel nuovissimo colorato spazio della festa, ‘L’oasi del gusto’, fino alle più tradizionali pietanze dello stand gastronomico, in larga parte a base di merluzzo ma non solo, e ai dolci della pasticceria ‘Blue note’, tra cui, altra novità, un semifreddo proprio al baccalà. “Ogni anno – ha sottolineato Paolo Spaccia, presidente della proloco di Villa Pitignano che organizza l’evento – cerchiamo di rinnovarci sia proponendo nel menù nuove vivande ideate dal nostro chef e cucinate sapientemente dalle nostre cuoche, sia predisponendo nuovi intrattenimenti”. E proprio su quest’ultimo versante si registra uno dei principali cambiamenti. L’area giovani, da dieci anni conosciuta come ‘Disco Umbria Estate Two summer festival’, si è infatti evoluta in ‘Vp dance festival’, un evento a sé vero e proprio, con un’organizzazione e una scenografia degna delle discoteche più note. Ricchissimo il cartellone musicale di dieci serate, incentrato sulla musica dance e house, dagli anni ’80 ai giorni nostri, inaugurato appunto dal grande artista e produttore statunitense Osunlade. In programma, adesso, una diretta con Max radio energy domenica 28 agosto, per poi proseguire con tanti e diversi dj ogni sera e una selezione musicale veramente varia. Particolare attenzione quindi è rivolta ai ragazzi, coinvolti anche nell’organizzazione stessa della Sagra del baccalà. “Possiamo dire che questa è una festa per tutti i gusti – ha commentato Spaccia – ed è meravigliosa questa sinergia tra giovani e persone anche di una certa età. C’è stato un bel rinnovamento con l’ingresso di tanti ragazzi attaccati al paese e alla festa. Si sono tutti prodigati per allestire l’evento e adesso corrono dalla mattina alla sera affinché tutto vada per il meglio”. All’interno dello spazio adibito alla manifestazione si possono così trovare anche la classica pesca e il gioco della ruota, un’area riservata ai bambini con giochi e laboratori, una vastissima pista per poter ballare le danze proposte da orchestre ogni giorno diverse, ma anche uno stand messo in piedi da proloco Villa Pitignano, proloco La Felciniana e scuola dell’infanzia ‘L. Bonucci’ di Ponte Felcino dove vengono raccolti fondi per l’acquisto di beni di prima necessità per le popolazioni colpite dal sisma, i quali verranno consegnati dai promotori direttamente nelle mani delle persone interessate domenica 4 settembre.

 

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*