Velimna, gli Etruschi del Fiume, nel Derby Romani-Etruschi, vincono gli etruschi

Un successo, la trasferta romana, che premia la costanza dei consiglieri e dei soci della Pro Ponte

Velimna, gli Etruschi del Fiume, nel Derby Romani-Etruschi, vincono gli etruschi
ROMA – Sono rientrati a Ponte San Giovanni nelle tarda serata di domenica, stanchi ma soddisfatti: come avessero vinto il derby Romani-Etruschi, disputatosi sulle strade del centro di Roma. Già dall’incolonnamento del corteo storico al Circo Massimo i più calorosi consensi di chi assiepava i gradoni del gigantesco spazio, erano rivolti all’eleganza e alla grazie dei costumi etruschi e di chi li indossava ovviamente.

Ma poi dal teatro Marcello al Campidoglio, da piazza Venezia a via dei Fori Imperiali, dal Colosseo al ritorno al Circo Massimo le attenzioni e gli applausi più calorosi erano diretti al gruppo guidato da Antonello Palmerini vessillifero di “Velimna, gli Etruschi del Fiume” con le numerose e accattivanti scene di numerosi bambini e giovani, alcuni presenti per la prima volta a questo indimenticabile evento storico. Erano i giovani abituali frequentatori della Pro Ponte ma molti erano gli alunni e gli studenti che quest’anno avevano visitato la sede e conosciuto per la prima volta i risvolti più suggestivi della storia degli Etruschi.

Un successo, la trasferta romana, che premia la costanza dei consiglieri e dei soci della Pro Ponte che si ritroveranno insieme venerdì prossimo per la “Sfida poetica n perugino” tra il giovane Gian Paolo Migliarini e il decano dei poeti dialettali perugini Nello Cicuti coordinati da Sandro Allegrini. Dalla cucina lo staff gastronomico della Pro Ponte proporrà piatti adeguati ai temi poetici trattati. Saranno presenti numerosi ospiti della poesia e della cultura perugina. Sarà anche l’occasione per ricordare Giorgio Pucciarini, l’artista recentemente scomparso amico e collaboratore della Pro Ponte, alla cui famiglia sarà devoluto il ricavato della serata: iniziativa avviata dai colleghi di Giorgio: l’amato postino di corso Garibaldi.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*