“Umbria World Fest”, nomina nuovo presidente

FOLIGNO – Cambia periodo Umbria World Fest. Da questa 13esima edizione non si svolgerà più in estate, ma ad ottobre. L’obiettivo però rimane sempre lo stesso, ovvero trasformare per tre giorni la città di Foligno nel palcoscenico delle culture del mondo, grazie ad artisti di fama nazionale ed internazionale che si racconteranno in eventi musicali, espositivi e performativi da venerdì 10 a domenica 12 ottobre 2014.

“Human”, tema scelto quest’anno, è un invito dell’UWF a restare uniti e a non perdere la nostra umanità specialmente in questi tempi di criticità sociale ed economica.
Nel presentare le nuove date, l’Associazione Plàtea, organizzatrice della manifestazione, annuncia anche un cambio al vertice: Michelangelo Augusto Spadoni ha infatti di recente sostituito come presidente Michela Matarazzi, la quale ha guidato l’associazione culturale folignate dal 2005 ed ha traghettato il Festival lo scorso anno nel suo passaggio da Canti e Discanti a Umbria World Fest. La direzione artistica è sempre affidata a Piter Foglietta, ideatore del festival.

“Per impegni istituzionali affidatemi – afferma Michela Matarazzi – ho lasciato la presidenza dell’associazione dopo nove anni di emozioni e soddisfazioni. Passo il testimone a Michelangelo Spadoni, professionista con lunga esperienza nel settore culturale. Molti in questi anni sono stati i cambiamenti, dall’allora ‘Canti e Discanti’ all’attuale Umbria World Fest: cambiamenti che indicano nuove possibilità da sperimentare.

Questo è stato il significato di ‘Canti e Discanti’ che dalla nascita nel 2002 ha avuto il merito di aver aperto una nuova fase culturale nella città di Foligno, ed è oggi il valore assunto da Umbria World Fest con l’apertura alla fotografia e a nuove forme artistiche”.

“Lo scorso anno in occasione del Premio Fotografico di UWF Umbria Photo Fest – aggiunge la presidente uscente – si è svolta la prima lettura portfolio della Città di Foligno, segno di come i festival debbano servire ad innovare il livello culturale di una città.

Il Festival ha generato visibilità ed apprezzamento per Foligno, non solo a livello regionale ma anche nazionale e questo ha permesso di avere riconoscimenti nelle più grandi riviste e testate: per citarne alcune, National Geographic Italia, Repubblica, L’Espresso, Radio1 Rai, Radio2 Rai, Radio3 Rai, TgCom, Rai3, SkyTg24, Sky Arte, Vanity Fair, Marie Claire, Liberoquotidiano”.

“È con grande piacere che ho accettato l’incarico di accompagnare l’Associazione nel prossimo futuro – dichiara Michelangelo Augusto Spadoni – e, forte del lavoro fin qui svolto ottimamente da Michela, dalla direzione artistica e dagli associati Plàtea, e dello spessore ottenuto dalla ricerca, sperimentazione e produzione degli eventi fin qui sviluppati, mi impegnerò nel dare ulteriore forza ai progetti, inseguendo e provando a concretizzare nuove idee da spendere per la città di Foligno, che diano il segno di come si possa dar voce in sintonia e sinergia con il tempo che viviamo ad un fare cultura sempre in continua evoluzione”.

“Primo obiettivo prefissato per rafforzare il legame tra il passato, il presente e il futuro del Festival è la realizzazione dell’archivio storico di ‘Canti e Discanti’ ora UWF – prosegue il neopresidente – un patrimonio di informazioni e immagini importante e corposo che sarà consultabile on line nei canali istituzionali dell’associazione; stiamo inoltre verificando la possibilità di collaborazioni a carattere nazionale per il settore delle arti di visive, settore in cui Plàtea ha molto investito negli ultimi anni, con la produzione e promozione di interessanti mostre e performance.

L’apparente contrasto che si crea tra popolo, tradizione, abitudini e la sperimentazione di nuove forme di espressione artistica è in realtà una reazione chimica che dà l’energia necessaria alla realizzazione di eventi di carattere straordinario ed unico, come UWF oggi offre alla città e ai moltissimi visitatori che essa porta”.

Per info:
www.umbriaworldfest.it

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*