TAVOLA ROTONDA SU “RENZO SCOPA. INCISORE, PITTORE, SCRITTORE”

chiesa-di-san-francesco-montone.img_assist_custom-350x350
Chiesa Museo San Francesco di Montone

(UJ.com3.0) MONTONE – Nella prestigiosa cornice della trecentesca Chiesa Museo San Francesco di Montone si terrà, il prossimo sabato 27 aprile, una tavola rotonda dedicata alla figura dell’artista Renzo Scopa (Urbino 1933 – Città di Castello 1997) di cui quest’anno ricorrono gli 80 anni dalla nascita. Attualmente e fino al prossimo 2 giugno 2013, proprio presso la Pinacoteca Comunale di Montone è in corso la mostra  di Scopa “Nel segno del sacro”.  Particolarmente suggestivo è l’allestimento della mostra di Renzo Scopa a Montone: le opere dell’artista trovano un meraviglioso scenario nella preziosa Chiesa di San Francesco, di forme gotiche, risalente al ‘300; così come nella Pinacoteca comunale, dove un Trittico della Croce di Scopa, dialoga – tra passato e presente – con opere di altissimo pregio come il gruppo ligneo della Deposizione, (1260-1270) e il gonfalone con la Madonna della misericordia (1482) di Bartolomeo Caporali.

 

La tavola rotonda, intitolata “Renzo Scopa. Incisore, pittore, scrittore” prevede la partecipazione di Maurizio Terzetti, Mario Tosti, Mirna Ventanni. Moderatore sarà il giornalista Massimo Zangarelli. L’evento è promosso dal Comune di Montone e da Sistema Museo in collaborazione con l’Associazione “SoricaMente” ed è sostenuto dal patrocinio della Provincia di Perugia. La tavola rotonda si pone l’obiettivo di riflettere e dibattere sulla vasta produzione di Renzo Scopa, ancora in gran parte inedita, che documenta una continua, incessante ricerca. Non solo fatta di sperimentazioni tecniche e formali delle pratiche artistiche, ma soprattutto attraverso la sensibilità di un uomo che ha guardato il mondo e molti aspetti della vita, setacciandoli attraverso il filtro della memoria, della sua peculiare sensibilità d’artista e di un’intima religiosità. Scopa non di rado si è spinto oltre la mera apparenza delle cose – non a caso sin dalle prime opere ha scelto un lessico marcatamente espressionista – per cercare di comprendere ciò che siamo. Coloro che sono abituati alla visione romantica dell’artista bohémien, dissipatore delle esperienze esistenziali, potrebbero considerare quella di Renzo Scopa una biografia senza eventi. Costoro, tuttavia, si ricrederebbero immediatamente se potessero rendersi conto del considerevole patrimonio umano e artistico lasciatoci dall’autore. Un’eredità preziosa fatta principalmente di conoscenze tecniche e testimoniata dalle sue opere. La vita di Scopa si è svolta tutta tra Urbino, città natale e luogo della sua formazione artista avvenuta presso la prestigiosa Scuola del Libro, e Città di Castello dove per decenni ha insegnato, chiamato nella seconda metà degli anni Cinquanta del Novecento dall’allora Scuola per le Arti Grafiche e da varie altre scuole ed istituti del territorio. Fedele a quei principi ispirati dagli studia humanitatis che furono alla base dello splendore culturale dell’Urbino rinascimentale, Scopa ha condiviso il suo sapere, con i suoi gli allievi, formando generazioni di abili ed esperti professionisti che hanno alimentato a loro volta la rinomata e nobile arte tipografica tifernate.
Parallelamente all’attività di docente Renzo Scopa ha condotto la sua ricerca pittorica, senza lasciarsi irretire dalle dispute teoriche o dai compiacimenti estetici dei differenti stili e tendenze artistiche, concentrandosi sul suo sentire, fisico e poetico insieme, e rimanendo coerentemente fedele sempre alle sue idee.

 

Tavola Rotonda:

Sabato 27 aprile 2013 – ore 17,00 Montone, Chiesa di San Francesco

“RENZO SCOPA: INCISORE, PITTORE, SCRITTORE”

Indirizzi di saluto
Mariano Tirimagni, Sindaco del Comune di Montone

Fernanda Cecchini, Assessore Regione Umbria

Walter Verini, Parlamentare Camera Deputati

Interverventi
Maurizio Terzetti, Provincia di Perugia
Mario Tosti, Associazione StoricaMente Montone

Mirna Ventanni, Storica dell’arte

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*