Street Food, circa 35 mila presenze a Perugia nei tre giorni

Street Food Perugia work in progress

di Simona Cortona

“Difficile stimare il fiume di gente che si è presentata allo Street Food on the Road Festival di Perugia per assaggiare la qualità dei nostri cibi di strada. Un flusso ininterrotto di persone, famiglie, amanti e curiosi del cibo di strada che tranquillamente ha toccato le 35 mila presenze in tutti e tre giorni. Abbiamo visto file che dall’Antica Focacceria San Francesco di Palermo si contaminavano con l’India, altri in fila allo stand dell’Associazione Ristoratori di Cesenatico per il loro cono di pesce fritto con già in mano coni di bombette pugliesi e pane di Altamura, gruppi di amici divisi tra un operatore e l’altro per riuscire ad assaggiare tutte le pietanze senza perdere il posto in fila. Siamo contentissimi e orgogliosi, – ha commentato Francesco D’arcangelo, presidente dell’Associazione culturale Eventi on the Road – è stato un lavoro di squadra importante, con partner professionali quali il Festival Internazionale del cibo di strada di Cesena, Psiquadro, Virgin Active, Urban Club, Arci Perugia e l’Associazione Borgo Bello con il patrocinio del Comune di Perugia, la Regione dell’Umbria e l’Università degli Studi. Avevamo un solo obiettivo: far conoscere a Perugia il vero cibo di strada, far conoscere i migliori “artigiani del cibo” provenienti dall’Italia e dall’estero con i loro prodotti piu tipici. Il “Mash Up” anticipato in conferenza stampa si è realizzato ai giardini del Frontone dove tra profumi di spezie dall’India e dal Messico, arrosticini e bombette alla brace, panzerotti impastati e cotti al momento, pani ca’meusa, lampredotto, pesce fritto, olive ascolane vegan, piadine e torte al testo cucinate ogni giorno sul posto, siamo riusciti a “contaminare” e, di fatto, far scoprire nuovi sapori e tradizioni. Aveva visto lungo l’Assessore Cristiana Casaioli del Comune di Perugia definendoci “i veri ambasciatori del cibo”, infatti “Eventi on the road” ha “sposato” l’importanza di far conoscere nella propria regione i cibi di strada preparati e consumati sul posto intesi come patrimonio culturale e volano economico di tutte le nostre regioni e delle presenze straniere nel nostro paese che, anche attraverso il cibo, permettono la conoscenza e la crescita delle realtà urbane del mondo.

I NUMERI DI STREET FOOD ON THE ROAD PERUGIA

Cibo di strada

150 kg di riso basmati per i piatti indiani, 2500 cannoli siciliani, 3.000 arancine, 10 mila bombette, piu di 3 mila coni di pesce fritto, 9 mila olive all’ascolana e 50 kg di guacamole per i tacos messicani.

Comunicazione e contatti

Le statistiche dei nostri canali social confermano l’imponente presenza di persone nei tre giorni a Perugia. La home page del sito www.streetfoodontheroad.it è stata visualizzata da 53.646 persone provenienti dall’Italia (54.574 e in particolare da Perugia 5.195, Roma 3.431, Milano 3070, Firenze 1188, Terni 818, Prato 716, Spoleto 665 ecc), dall’America (4.121), dalla Germania (544), Dall’Olanda (194), dall’Ungheria (193), dalla Gran Bretagna (168), dalla Francia (130), dalla Romania (122), dalla Spagna (91), dal resto Eu (117); 9.694 visualizzazioni dei post sul canale Stfoodontheroad di Twitter: il canale è stato visto 962 volte con un incremento del 4%, le menzioni sono state 30 con una crescita del 500% , la pagina ufficiale e l’evento su Facebook ha visto la partecipazione di 6.800 partecipanti, una copertura di 421 mila visualizzazioni del link e una copertura dei post di 18.582 contatti.

Gli altri eventi

Importanti anche le presenze agli eventi collaterali al cibo, le lezioni di Virgin Active hanno visto una media di circa 20/30 persone che hanno partecipato alle lezioni di Nike Red & Function – Zumba Burst – V-Step – V-Cycle – Nordic Walking – Spinning nelle vie dello splendido quartiere medievale del Borgo Bello, l’anteprima dell’Isola di Einstein che ha incuriosito grandi e piccini con i loro spettacoli di scienza e di diffusione della cultura dell’intelligenza e della creatività, l’Urban con i suoi tanti seguaci che da anni animano le serate del noto club perugino e Antonella Falteri, nota cantante ma nel futuro cantautrice che ha interpretato con la sua voce possente e la sua grinta inconfondibile la splendida Mina.

I 3 vincitori del contest fotografico su Instagram e che hanno postato le immagini che più rappresentavano il loro Street Food on the Road Festival (#stfoto2015 e #streetfoodperugia) sono stati: Aleridtonta1 con una foto del cibo messicano in primo piano e, sullo sfondo, l’arco dei Giardini del Frontone che vince il primo premio (1 mese di abbonamento alla palestra Virgin di Perugia), Vash 913 Vincenzo Fiorucci con una foto del cibo indiano che vince il secondo premio ( 2 biglietti per l’ultima serata all’Urban Club di Perugia) e Claudia_Mureddu e i suoi arrosticini che vince il terzo premio (sconto 30% su occhiali da sole e da vista presso DP Ottici in Corso Cavour), il vincitore della caccia al tesoro ideata da Federica Boto è Christian Cicoria a cui faremo recapitare alcuni scatoloni di bolle di sapone. Al prossimo anno piu “street&folli” che mai.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*