Spoleto, Carla Fendi diventa Cittadina Onoraria

Carla Fendi sarà cittadina onoraria di Spoleto: è quanto ha stabilito il Consiglio Comunale della città del Festival che nella seduta di oggi ha approvato all’unanimità la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria alla Presidente della Fondazione Carla Fendi, un riconoscimento per gli atti di generosità e di mecenatismo dimostrati nei confronti della città di Spoleto e del suo Festival dei 2 Mondi.

Carla Fendi – si legge nella motivazione dell’atto – ha “legato indissolubilmente il proprio nome alla città di Spoleto con notevole manifestazione di attaccamento, contribuendo alla crescita culturale della città e alla promozione della sua immagine nel mondo.”

La cerimonia di conferimento della cittadinanza a Carla Fendi è in programma nel pomeriggio di domenica 12 luglio in occasione di un consiglio comunale aperto.

Lo speciale rapporto tra Carla Fendi e Spoleto nasce negli anni 80 quando il marchio Fendi si lega alla kermesse internazionale. Nel 2007 istituisce la Fondazione Carla Fendi che dà avvio ad una collaborazione con il Festival di Spoleto sotto la direzione di Giorgio Ferrara, sostenendo prestigiose iniziative della manifestazione artistica. Nel 2010 nasce un progetto importante, avviato sempre attraverso la Fondazione, cioè il recupero storico del Teatro Caio Melisso, da allora conosciuto sotto il nome “Teatro Caio Melisso Spazio Carla Fendi”. I lavori, iniziati nel 2011 con un anteprima legata al foyer del teatro, partono nel 2012 con il restauro dei due sipari storici di Domenico Bruschi insieme a tutto l’apparto scenico. Il complesso dei lavori si conclude, grazie al sostegno della Fondazione Carla Fendi di circa un milione e 200mila euro, nel 2015 con il restauro architettonico e impiantistico, la messa in sicurezza e l’adeguamento funzionale del più antico teatro all’italiana.

“Si tratta di un atto di doverosa gratitudine nei confronti di Carla Fendi – ha detto il Sindaco Fabrizio Cardarelli, sottolineando la continuità amministrativa di un atto avviato dal precedente esecutivo. Grazie alla sua generosità, al suo mecenatismo e al suo amore per l’arte e per Spoleto, Carla Fendi ha dato un contributo di notevole rilevanza in termini di tutela, valorizzazione e promozione del patrimonio culturale della nostra città”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*