Settimana Magionese: mostra di giovani artisti dell’accademia di Belle Arti di Perugia

Manifesto(umbriajournal.com) MAGIONE – La mostra, ideata e organizzata da Giuliano Andreassi, punta l’attenzione sull’Arte contemporanea e sulla promozione dei giovani artisti
L’Associazione Turistica PROMAGIONE e l’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia collaborano in occasione della 34ma Settimana Magionese. Dal 10 al 18 agosto alcuni studenti della prestigiosa Accademia sono stati invitati da PROMAGIONE, tramite un bando di concorso, ad esporre le loro opere nella cornice istituzionale dell’ex Cinema Carpine.
La mostra ideata e organizzata da Giuliano Andreassi punta l’attenzione sull’Arte Contemporanea e sulla promozione di giovani artisti nel territorio cercandoli in uno degli Istituti di Alta Formazione Artistica più importanti d’Italia.
Gli artisti selezionati dalla giuria composta da Giuliano Andreassi (artista e responsabile della sezione Arte, Spettacolo e Cultura dell’Associazione Turistica Promagione), Federica Braconi (curatrice della mostra), Giacomo Chiodini (Assessore alla Cultura del Comune di Magione), Davide Vasta (Docente di Computer Graphic ed Elaborazione digitale dell’immagine designato dall’Ing. Paolo Belardi Direttore dell’Accademia ”P.Vannucci”) e Fabrizio Segaricci (artista) sono: Alessandra Cecchini, Debora Fanini, Rong Jinyan, Agata Kwiatkowska, Maria Marinelli, Zheng Ningyauan, Sara Sargentini, Jacopo Scassellati, Aurora Marcella Stano e Andreas Tsalas.
La valenza internazionale che contraddistingue negli ultimi anni L’Accademia di Belle Arti “P. Vannucci”, viene riproposta anche nella mostra collettiva Niente di Personale che mette in evidenza l’Arte contemporanea in tutte le sue forme: pittura, scultura, fotografia, video e installazione; una mostra che intende continuare ed incrementare l’aspetto culturale che l’Associazione Turistica Promagione ha sempre fortemente considerato e che cerca di evidenziare in ognuna delle manifestazioni che organizza.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*