Sellano, con la Sagra della fojata e dell’attorta in tavola le tradizioni

Un intero paese impegnato a promuovere il territorio attraverso piatti tipici della Valnerina – Da sabato 8 a venerdì 14 agosto, gastronomia e spettacoli a Santa Maria dei Container

(umbriajournal.com) by Avi News SELLANO – Piatti della tradizione culinaria valnerina, che affondano le radici nella storia più remota di quest’affascinante terra, la fojata e l’attorta saranno i protagonisti assoluti della sagra a loro intitolata che, da sabato 8 a venerdì 14 agosto, animerà il borgo di Sellano, in località Santa Maria dei Container. La prima, torta salata ripiena di erbe selvatiche e di campo, pecorino e uova; la seconda, nota anche come rocciata, versione umbra dello strudel, con mele, noci, nocciole e mandorle tritate insieme a cacao, pinoli, cannella e bucce di limone o arancio. “Come da 13 anni a questa parte – commentano dalla Proloco Sellano, organizzatrice della festa –, anche quest’estate, volontari, giovani e meno giovani, metteranno in campo tutto il loro impegno per far conoscere i bellissimi paesaggi di questa parte dell’Umbria, le sue tradizioni e la sua storia, esaltandone i prodotti tipici”. Accanto alla fojata e all’attorta, negli stand gastronomici aperti tutti i giorni dalle 19, verranno serviti anche piatti a base di cinghiale, agnello e lumache. Dalle 21.30, poi, spazio a musica e danze con sette diverse orchestre che, ogni sera, offriranno il proprio spettacolo. Dalle 22.30 alle 2 di notte, inoltre, sarà attiva l’area giovani ‘Dal tramonto all’alba’ con dj. “La Sagra della fojata e dell’attorta – ricordano ancora dalla Proloco Sellano – è ormai un’occasione importante di socialità per la nostra piccola comunità, che, allo stesso tempo, permette di promuovere e valorizzare la cittadina in ambito turistico e culturale”.

Nicola Torrini

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*